k-array goes big for texas church

 

La Prima Chiesa Battista di Groesbeck, Texas, messasi in contatto con l’installatore Larry Rochelle, stava già passando al vaglio diverse proposte per un nuovo sistema audio, ascoltando senza sosta innumerevoli demo di speaker che, come spiega il capo del luogo di culto, Kevin Stone, "non suonavano poi così bene e costavano troppo" . Esasperati, capirono di aver bisogno di un’alternativa.

 

"Ho utilizzato un sistema KR200 di K-array per più di 5 anni con la mia band e va ancora alla grande. Non smette mai di stupire le persone, facendomi ottenere tonnellate di complimenti e richieste d’ingaggio."

Larry Rochelle, installatore

 

Nessuna sorpresa, dunque, quando un membro della congregazione, che aveva sentito lui e la sua band suonare, ha spinto la Prima Chiesa Battista a contattarlo.

 

kr202 pinnacle

k-array texas

 

"Ho portato il mio sistema in chiesa per una demo, senza alcuno scopo di vendita. Non erano nemmeno obbligati a dire la loro, solo sentire la differenza con gli altri sistemi ascoltati. La vendita si è conclusa il giorno stesso!"

(ibid.)

 

La chiesa del Texas ha acquistato un sistema portatile Pinnacle KR202 di colore bianco, in grado di integrarsi con l’arredamento del luogo di culto. Una volta che Rochelle ha avuto modo di lavorare all’installazione, il supervisore del progetto e amministratore della chiesa, Spencer McDonald, è rimasto impressionato dalla sua portabilità, siccome non richiedeva alcuno sforzo ulteriore se non quello di configurare un concerto. I sub sono stati posizionati sul palco per aiutare il bassista e il batterista, che usano entrambi monitor in-ear, a sentire le basse frequenze.

 

k-array church

Per far leva sull'affiatamento della comunità religiosa residente, le staffe montate a muro sono state realizzate da un membro della chiesa, proprietario di un’azienda specializzata in fabbricazione e installazione di strutture in carpenteria metallica, che opera ad appena un paio di miglia di distanza dall'edificio. I line array di diffusori Kobra sono stati poi montati su entrambi i lati del pulpito.


"L’altezza a cui è stato posto l'array funziona perfettamente. Abbiamo raggiunto la copertura verticale desiderata e tenuto la percezione acustica coerente con la percezione visiva della sorgente sonora. Quando pongo lo sguardo verso la sorgente di un suono mi distraggo. Ho avuto fortuna, in quanto, con l’array superiore inclinato al massimo, si raggiungono le alte nei posti in prima fila e nei posti in piedi sulle balconate."

(ibid.)

 

Una volta posizionato il sistema, la squadra dei tecnici del suono ha  avuto vita facile nella preparazione della prima funzione prevista alla Chiesa Battista.

 

"Il mio unico dubbio riguardava l’EQ e qualsiasi altro possibile problema di feedback che avrebbe potuto coivolgere l'headset wireless del pastore. Gli ho chiesto di indossarlo e parlare col suo solito range dinamico,  muivendosi verso qualsiasi posizione avrebbe potuto trovarsi durante una funzione. Non ci sono assolutamente stati problemi di feedback, anche con lui che si avvicinava a toccare gli array."

(ibid.)


Dopo la prima funzione post-installazione, il pastore si è avvicinato a Rochelle con un gran sorriso sul viso, indicando gli array ed esclamando: "Quegli aggeggi sono straordinari!"

k-array goes big

 

"Grazie a K-array i clienti sono entusiasti in tutti i sensi. Prestazione audio, estetica, appeal, prezzo… quel sistema ha tutto!"

(ibid.)

 

sanremo-music-festival-broadcasts-get-a-boost-with-k-array

 

Tutti gli anni, a inizio febbraio, appassionati di musica e artisti italiani si ritrovano nella piccola città costiera ligure di Sanremo per partecipare al celebre festival della canzone italiana. Il Festival di Sanremo è la più popolare competizione canora d'Italia e ha luogo al Teatro Ariston, nel cuore della città. Dura un'intera settimana ed è trasmesso in mondovisione dalle radio e tv del gruppo RAI e non solo.

 

Sebbene lo spettacolo televisivo resti l’attrazione principale, tutta la città di Sanremo viene letteralmente invasa da show dal vivo e concerti collaterali. Quest’anno, diverse reti radiotelevisivi hanno riposto la propria fiducia in K-array per allestire alcuni eventi privati in giro per la città, in onda anche durante il festival.

 

fort santa tecla-

international acts

 

Uno di questi eventi si è svolto al Forte di Santa Tecla, una costruzione dalle murature antiche posizionata a ridosso della spiaggia. I soffitti arcuati e la ristrettezza dell'area riservata al pubblico potevano rappresentare un problema dal punto di vista dell'acustica. Exhibo, distributore italiano di K-array, ha perciò deciso di equipaggiarsi di un sistema portatile Pinnacle KR402 utilizzato come PA principale e di un Pinnacle KR102 per il side fill. Entrambe le teste dei sistemi sono caratterizzate da trasduttori full-range molto ravvicinati gli uni agli altri. I risultati sono una stretta copertura verticale, di modo da agevolare la trasmissione dell'evento sui canali radio e TV della RAI. Un KF12MT e un KF12P sono stati utilizzati come monitor da palco in occasione delle perfromance di vari artisti internazionali, tra cui LP, Michele Nuo, Ermal Meta, Marianne Mirage e Lele, accompagnati dal gruppo residente del Forte Santa Tecla, la Social Band.

 

In aggiunta alle performance musicali, la RAI ha anche accolto i VIP ospiti del festival in una sala lounge esclusiva del Forte Santa Tecla, dove hanno potuto assistere alla gara in tempo reale comodamente seduti su divanetti, affiancati da svariati metri di Anakonda su entrambi i lati, a supporto del PA principale, un sistema Pinnacle KR202.

 

"Lo spettacolo dal vivo e i DJ set potevano vantare di un audio di altissima qualtà, predisposto con perizia da Exhibo. I performer hanno davvero spaccato, gli ospiti si sono divertiti e noi siamo stati soddisfatti del risultato.""

 

Membro dello staff RAI al Forte Santa Tecla

 

sanremo-music-festival

pinnacle-kr202-portable-system

 

In un’altra location, al Grand Hotel De LondresRadio Italia ha ospitato “Fuori Sanremo by Lancôme”, in collaborazione con Real Time e Vanity Fair, un evento atteso da tutte le figure centrali del Festival di Sanremo 2017. Gli speaker radiofonici di Radio Italia, Mario Volanti, Paola Gallo, Fiorella Felisatti, Daniele Bossari, con la partecipazione speciale di Enzo Miccio, hanno ospitato agli artisti in gara e gli ospiti del festival, intrattenendo gli spettatori con interviste ed esibizioni, utilizzando come sistema di rinforzo sonoro un impianto portatile Pinnacle KR202 e un array di Anakonda.

 

 

K-array-DDH-Audio-Exclusive-Distributor-for-Canada

 

K-array è orgogliosa di presentare DDH Audio come partner di fiducia nella propria rete globale. Da oltre 25 anni, il team di DDH Audio occupa un posto di rilievo nei settori audio, video e produzione broadcast, ed è in particolar modo noto a clienti e fornitori per l’elevato livello offerto in termini di servizi e supporto.

 

Il proprietario di DDH Audio, Daniel Huard, faceva già parte della famiglia K-array come rappresentante commerciale per conto di K-array America. Tuttavia, a seguito della crescita di popolarità del marchio italiano nel Nord America, K-array si è resa conto del valore insito nell'avere un distributore esclusivo per il Canada.

 

"L’esperienza di Daniel nel mercato canadese è inestimabile per gli obiettivi che ci siamo posti, ossia ridurre sempre di più il gap tra noi e i nostri clienti. Siamo entusiasti di avere il team di DDH Audio come parte integrante della nostra squadra in continua crescita e ci auguriamo che il successo in Canada continui."

 

Alex Tatini, cofondatore di K-array

 

Nel corso degli anni, DDH ha collaborato con alcuni fra i migliori integratori di sistemi, fornendo soluzioni audio personalizzate per clienti prestigiosi come il Cirque du Soleil e Céline Dion, così come per installazioni permanenti in teatri, musei, aeroporti e palazzi del governo.

 

"Sono contento di fare da rappresentante ad un marchio così raffinato come K-array. Insieme, miriamo a soddisfare le esigenze dei clienti, da una parte con le innovative soluzioni di K-array e dall'altra con il servizio affidabile e l’eccezionale supporto tecnico di DDH.""

 

Daniel Huard, proprietario di DDH Audio

 

Per saperne di più a proposito di K-array in Canada, visita www.ddhaudio.com.

 

pure-array-technology

 

All’inizio del 2012, il rinomato chef Paul Pairet aveva contattato K-array per rinnovare l’ormai antiquato sistema sonoro lasciato nel locale dai precedenti proprietari. Da lì a poco, quel locale sarebbe divenuto il Mr & Mrs Bund di Shanghai, un moderno ristorante francese entrato nella Top 100 dei migliori ristoranti al mondo. Lo chef, infatti, avvertiva che la riproduzione sonora non eguagliava l’eccellenza della cucina e sapeva che non sarebbe stato il solo ad accorgersi di tale disparità.

 

K-array aveva affrontato con successo la difficile sfida consistente nel garantire copertura ai 2700 m3 della sala del ristorante, in un edificio storico del XIX secolo, installando un sistema di diffusori Kobra KK102 e KK52 supportati da subwoofer Thunder e Rumble, pilotati da un amplificatore Kommander.

 

sound-reproduction

Il sistema doveva essere responsabile della riproduzione di suoni pieni e armoniosi durante i pasti, mentre per i Dj set, le feste e gli eventi privati in tarda serata occorreva che desse maggiore potenza. I proprietari, allora, non avrebbero potuto chiedere di meglio.

 

Per questo, quando recentemente si è data l’occasione di rinnovare gli spazi, hanno di nuovo chiesto l’aiuto del produttore italiano per aggiornare il sistema e ottenere maggiore SPL, per un suono dal successo assicurato. Facendo leva sulla Pure Array Technology (PAT), K-array ha installato un totale di 18 line array Python KP52, customizzati in bianco, combinati con otto subwoofer compatti Rumble KU210 sistemati all'interno delle superifici e alimentati da tre amplificatori Kommander KA24. Senza crossover e riflessioni, le Python mostrano una risposta di fase perfetta sia nelle aree vicine agli speaker sia in quelle più lontane, il che le rende la soluzione perfetta per coprire uniformemente la sala.

 

Il sistema risulta quasi invisibile e si mimetizza elegantemente con l’architettura del ristorante. I clienti riescono a percepire l’alta fedeltà con cui viene riprodotto il suono durante tutte le fasi della serata. Inoltre, la perfetta immagine stereo data dalla configurazione incrociata supporta a pieno le richieste di Pairet di lavorare in un locale contemporaneo.

 

kommander-ka24-amplifiers
high-fidelity-sound

 

L’audio non è l’unico elemento di design toscano presente nel ristorante. Anche Enomatic, sistema innovativo per conservare e servire il vino al bicchiere, è utilizzato all'interno del locale per fornire un’esperienza culinaria di alto livello. Similmente a quelli di K-array, i sistemi Enomatic presentano alcuni tratti distintivi, tra cui soluzioni tecnologicamente avanzate, design innovativo e made in Italy, ed è proprio per questo che le due aziende spesso collaborano insieme.

 

"Il cibo è formidabile, il vino di alta qualità e l’audio impeccabile. Ottimi abbinamenti... in tutti i sensi!"

 

Marc Vincent, Area Sales Manager – APAC di K-array e cliente frequente di Mr & Mrs Bund

 

line-arrays-customized-in-white

 

k-array-boosts-fan-experience-at-lincoln-financial-field-stadium

 

I Philadelphia Eagles, militanti nella NFL, probabilmente non saranno in lizza per il Super Bowl nelle prossime settimane, tuttavia, per questa stagione, la squadra di football ha ancora molto da festeggiare. Lo stadio di casa degli Eagles, il Lincoln Financial Field, è stato recentemente sottoposto a un piano di ristrutturazione della durata di due anni, al fine di migliorare l’esperienza dei tifosi. Fra i servizi ottimizzati, nuovi megaschermi in HD, Wi-Fi e aumento dei posti a sedere.

 

Per raffinare alcuni di questi ammodernamenti, il Lincoln Financial Field è stato obbligato a fornire un audio di qualità superiore per gli esclusivi posti a sedere posizionati a bordo campo. In questa parte dello stadio, infatti, il suono proveniente dai lontani diffusori risultava di qualità scadente. Le file centrali avevano bisogno di maggiore spinta per raggiungere un livello di intelligibilità ottimale. Visto il poco spazio a disposizione per il montaggio di ulteriori speaker, solo K-array poteva fornire una soluzione appropriata.

 

Gli installatori di Diversified Systems hanno avuto modo di conoscere l’azienda italiana qualche anno fa, in occasione di una demo, e perciò hanno contattato immediatamente K-array America per scegliere un PA che soddisfacesse tutte le richieste dei clienti. Hanno dunque progettato insieme un sistema utilizzando lo speaker flessibile da due metri Anakonda KAN200+.


k-array-stadium

 

"Con il suo bassissimo profilo, Anakonda è anche modulare e riesce a sopravvivere ad installazioni esterne. Tali qualità rendono Anakonda lo speaker ideale per questo genere di applicazioni."

Jeff Dykhouse, supervisore del progetto e ingegnere del suono

 

k-array-at-lincoln-financial-field-stadium
anakonda-kan-200

 

Dykhouse, insieme a Pete O’Neil, direttore di AV Engineering, e al project manager TJ Beardsmore, ha montato 22 Anakonda lungo tutta la curvatura dello stadio che segue i posti a sedere. I diffusori sono pilotati da un amplificatore CXD di QSC che è collegato al sistema DSP più grande, quello dello stadio.

 

"I clienti sono contenti e siamo sicuri che i nostri sforzi aiuteranno i supporter a fare il tifo per la propria squadra, per una stagione all’insegna della vittoria."

(ibid.)

 

flexible-two-meter-speaker

 

all-day-music-festival-in-ecuador-with-k-array

 

Il Novasonic Music Festival si è svolto nel mese di ottobre 2016 al Parque Bicentenario di Quito, in Ecuador. Con una lineup di alto profilo che ha visto la presenza di artisti di fama internazionale (Magic!, Hoobastank, Los Fabulosos Cadillacs e Carla Morrison fra gli altri), il festival è stato organizzato su due palchi esterni separati, ognuno fiancheggiato da food truck e altre attrattive. Un pubblico di 10.000 persone ha preso parte all'evento, il primo di questo genere in Ecuador.

 

All’inizio il rider tecnico aveva specificamente richiesto impianti audio realizzati da un altro noto brand ma l’organizzatore dell’evento di CKC Concerts, avendo avuto un’esperienza di successo in passato con le soluzioni audio di K-array per altre applicazioni, ha voluto subito rivolgersi al produttore italiano.

 

Sonomatrix, distributore di K-array con sede nella capitale, è stato contattato per completare con i side fill il palco principale. Convinto del potenziale dei sistemi e del fatto che avrebbero soddisfatto le richieste dei performer in termini di affidabilità e potenza della sorgente sonora, il supervisore del progetto, Marcelo Arrobo di CKC, ha specificamente chiesto un cluster di moduli line array KH2 della Serie Mugello e un sistema KR802 della serie portatile Pinnacle. Sebbene le band si fossero inizialmente mostrate riluttanti perché legate ad altri sistemi audio, alla fine si sono ricredute grazie alle impressionanti specifiche tecniche degli impianti.

 

Il cluster di KH2 è stato appeso a 2,5 metri di altezza dal palco, dopodiché è stato applicato lo steering digitale al fascio sonoro per massimizzarne il potenziale e ottimizzare le risposte in frequenza. Per predire l’acustica sul palco è stato usato il software di simulazione EaseFocus, il quale ha emesso le informazioni necessarie per il calcolo dei filtri FIR. Il sistema portatile KR802 è stato appoggiato sopra i sub KS5 ed è stata utilizzata solo una KY102 per lato.

 

Sul secondo palco, riservato alle band e ai DJ locali, come side fill è stato scelto un sistema portatile KR402 della serie Pinnacle, che ha dimostrato di essere in grado di soddisfare ogni esigenza anche oltre le aspettative iniziali. L’equalizzazione del KR402 è avvenuta in loco secondo le richieste del fonico di palco.



festival-ecuador-k-array

 

"Sono alquanto soddisfatto del service e dei sistemi di K-array. I loro side fill sono stati fra gli aspetti di cui non ho dovuto preoccuparmi durante la fase di produzione."

Marcelo Arrobo di CKC, supervisore del progetto

 

djs-k-array
all-day-music-festival

 

"Anche i tecnici del suono sono stati felicissimi di lavorare con i sistemi di K-array. I fonici di palco sono rimasti sorpresi dall’alta fedeltà del suono ottenuto. Sono rimasti tutti colpiti dalla potenza dei sistemi paragonata alle loro dimensioni e portabilità (ci hanno visto arrivare con tutto il sistema Mugello a bordo di un solo pick-up!)."

Gabriel Lopez, cofondatore di Sonomatrix

 

 


german-brewery-in-singapore-gets-an-italian-touch-by-k-array

 

Quando ci si addentra nell’ultimo locale firmato Starker Fresh Beer, al numero 86 di East Coast Road, Singapore, la prima cosa che salta all’occhio e da cui si resta piacevolmente impressionati è l’elaborato design che contraddistingue i suoi interni. Lo scopo principale del bistrot è quello di rafforzare il nome del proprio autentico birrificio artigianale, retaggio della cultura tedesca, usufruendo del tradizionale design d’influenza europea associato al consumo della bevanda. Anche il nome del locale, Starker, che in tedesco significa più forte, pone l'accento sulla volontà dei proprietari di consolidare il proprio brand.

 

Dopo aver speso una grande quantità di denaro nella costruzione dello Starker Fresh Beer, i proprietari hanno voluto installarvi un sistema sonoro rappresentativo, in maniera autentica, del genere di locale ideato e delle funzioni da esso ricoperte. Rinomato per aver svolto delle ottime installazioni, oltre che per l’expertise del team, Luther Music PTE LTD ha ottenuto l'incarico di fornire un sistema che fosse facile da far funzionare e che contemporaneamente apparisse bello e suonasse bene.

 

german-brewery-k-array
quality-and-compact-size-speakers

 

Dovendo fare i conti con molte restrizioni riguardo al metodo di installazione e al posizionamento dello speaker, Luther Music ha progettato un sistema che non avrebbe previsto l'uso del trapano pur restando nascosto alla vista. Il team di installatori ha presentato una soluzione comprensiva di diffusori KT2 e di sub KU26 di K-array, approvata immediatamente per via del design elegante e delle performance dimostrate. 12 Tornado KT2 e 3 subwoofer ultra-sottili KU26 sono stati selezionati per la loro qualità e le dimensioni compatte.

 

"È stata scelta K-array semplicemente perché presenta il giusto mix di alta qualità sonora senza rappresentare un ostacolo visivo all'interno della scenografia del ristorante."

Luther Ong, presidente di Luther Music


kt2-and-ku26

 

Il cliente è restato sopreso di come gli speaker siano virtualmente invisibili ed è stato preso alla sprovvista quando ha udito i profondi bassi prodotti da un così piccolo e sottile subwoofer. In generale, i clienti sono rimasti molto soddisfatti ed estremamente impressionati dai prodotti:

 

"Grazie Luther per averci presentato un così bell’esempio di layout ben congegnato e per averci proposto il progetto di un sistema di qualità. Ragazzi, voi siete fantastici!"

Benedict Lim, Starker Fresh Beer


K-array-holiday-cheer-heart-hometown-

 

La stagione natalizia a Firenze, così come nelle altre città italiane, è intrisa di antiche tradizioni. Nei primi giorni del mese di dicembre, i negozianti cominciano ad addobbare le vetrine traendo ispirazione dal tema del Natale mentre il personale del comune di Firenze dispone il posizionamento delle tradizionali luci decorative lungo tutte le strade principali della città.

 

holiday-season-in-florence
anakonda-system

 

Tuttavia, l’attrazione principale del centro storico di Firenze è il grande albero di Natale allestito nella magnifica Piazza del Duomo. L’accensione dell’albero avviene in concomitanza con una cerimonia ufficiale pubblica che avviene anche con la partecipazione straordinaria del sindaco di Firenze. Lo spirito del Natale si accende e viene enfatizzato dal bellissimo presepe con le statue in terracotta toscana a grandezza naturale nella Cattedrale di Santa Maria del Fiore.

 

K-array ha preso attivamente parte alle celebrazioni, fornendo un sistema Anakonda che è stato nascosto fra i rami del grande albero di Natale. Tre cluster di 3 diffusori Anakonda sono stati appesi verticalmente e abbinati a un sub KU210 per diffondere la musica natalizia che allieta i passanti nell’affollata piazza.


L’installazione vuole essere un’occasione per K-array di augurare a tutti a Firenze e nel mondo, inclusi distributori, dealer e clienti, buone feste e un felice anno nuovo!

piazza-del-duomo

 


k-array-library-lions-new-york

Library Lions è l’evento annuale più importante della Biblioteca Pubblica di New York ed è una fra le serate più attese nel calendario culturale della città. All’evento di quest’anno hanno preso parte artisti e scrittori di rilievo, inclusi Harry Belafonte, Hilary Mantel, Javier Marías, Peggy Noonan e Colm Tóibín.

 

L'evento è stato allestito nella magnifica Rose Main Reading Room. La società di produzione L&M Sound & Light è stata incaricata di fornire un sistema audio per il Library Lions, in uno spazio decisamente problematico per quanto concerne l’acustica: la larghezza di 24 metri e la lunghezza di 90, 5 metri della sala, più un soffitto che si trova a più di 16 metri da terra, rendono l'area molto riverberante.

 

Per affrontare una sfida di questo tipo, il supervisore del progetto di L&M, Maciej Zielik, ha scelto un sistema composto da due impianti portatili KR202 posizionati di fonte al palco, accoppiati con due monitor da palco KF12, e 12 sistemi portatili KR102, 6 per ciascun lato della sala.

 

"Il posizionamento degli speaker è stato concepito di modo da focalizzare tutto il suono sugli ospiti seduti ai tavoli, senza alcuna dispersione ulteriore di energia all’interno della sala."

Maciej Zielik, L&M’s project supervisor

 

Abbiamo alzato i sistemi KR102 a circa un metro da terra e li abbiamo usati senza il palo per minimizzare la distanza di proiezione e limitare l’emissione di basse frequenze verso il pavimento. E l’angolazione di 10 gradi data agli altoparlanti Kobra, ossia le teste del sistema, hanno consentito a L&M di dirigere il suono esattamente dove serviva.

 

k-array
annual-event

 

"Non abbiamo ritardato ogni singolo speaker perché ognuno di essi fungeva da sistema sonoro per conto proprio, con una dispersione orizzontale e verticale fortemente definite. Potevi letteralmente saltare e sentire dove finiva il suono proiettato. Questo metodo ci ha permesso di creare un’esperienza sonora a forma di U per i 500 ospiti di questo grande salotto. Il suono era molto naturale e gli speaker sul podio sembravano quasi non amplificati anche se potevano essere sentiti allo stesso modo dentro lo spazio occupato dagli ospiti."

(ibid.)

 

L’orchestra ha suonato dalla balconata e la sua musica si è uniformimente diffusa lungo tutta la sala, rendendo l’acustica molto articolata e armoniosa all’orecchio. Il che non è passato inosservato al cliente. Durante l’evento, il cliente, David Beahm di David Beahm Experiences, ha affermato:

 

"È il miglior suono che si potesse ottenere in un'area così."

David Beahm of David Beahm Experiences

 

L&M Sound & Light ha anche fornito le luci per l’evento Library Lions e il designer Richard Tatum ne è stato il responsabile. Beham era così soddisfatto del lavoro del team che dopo l’evento ha esclamato:

 

"Straordinario! Il vostro team ha davvero fatto un’impresa che ha del fantastico!"

(ibid.)

 

 

new-york-library

 


taiga-beirut-state-of-the-art-k-array-sound-systems

 

Estate 2016: a Sodeco (Beirut) apre il Taiga Beirut. Conosciuto per offrire un mix unico di musica pop inglese e araba, oltre che performance individuali dal vivo degne di nota e una spettacolare lineup di DJ, il nightclub è stato allestito per intrattenere un pubblico che lo segue fin dai tempi dell’apertura del primo locale a Batroun nel 2000.

 

Il Taiga Beirut si è messo in trattativa con Prolites per equipaggiarsi dei sistemi audio, video e luci necessari alla messa a punto di impianti all’avanguardia. Per la parte sonora è stata selezionata K-array, nello specifico l’elemento line array super compatto KH2 della serie Concerti, utilizzando come PA principale due cluster con tre unità per lato, accompagnati da sei KX12, speaker coassiali da 12”, e due coppie di subwoofer KMT18 e KMT21.

 

line-array-elements
sound-systems
taiga-beirut-sound-system

 

I proprietari del Taiga hanno voluto focalizzarsi sulla qualità del suono nel locale, dato che è rinomato per le sue performance dal vivo. La decisione di scegliere K-array è arrivata a seguito di un test comparativo con dei sistemi di speaker convenzionali.

 

"La propensione verso K-array deriva da diversi fattori: il rapporto dimensioni/prestazioni, il design compatto e sottile, la chiarezza e potenza del suono prodotto."

Georges Germanos, Responsabile Tecnico di Prolites

 

taiga-beirut

 

Per quanto riguarda la parte video e le luci, Prolites ha anche installato un LED wall curvo controllato tramite software Madrix per la mappatura dei pixel, uno schermo LED da 24 m2 ad alta risoluzione, una testa mobile a LED CPX 91-MZ, dei proiettori a testa mobile CL-200B-E e degli stroboscopi, così come dei dimmer Philips Strand SD6 e delle console per il controllo delle luci Avolites Quartz.

 

Questo non è il primo partenariato tra Taiga e Prolites; i due hanno già collaborato per l'allestimento di diversi locali. Prolites è il distrubutore ufficiale di K-array per il Medio-Oriente insieme all’azienda Procom Middle East di Dubai.