K-array al servizio dell’arte multimediale

 SoundCrawl

 

Soundcrowl è un'organizzazione nata nel 2009 a Nashville, in Tennessee (USA): qui due giovani studenti, Aaron Hoke Doenges e Kyle Baker, hanno pensato di aggregare su base volontaria opere d'arte contemporanea, realizzate tramite l'impiego di tecnologie sonore e interattive. Le opere o installazioni selezionate vengono poi presentate al pubblico nell'ambito dell'evento Art of the Future: un festival di arte sonora, nuovi media e performance live che non si svolge in una convenzionale galleria d'arte...

 

L'edizione passata, quella del 2 ottobre 2011, ha visto protagonista K-array attraverso il distributore locale Sennheiser, in particolare Eric Reese, Scott Haas e Christopher Spahr che, guidati da Kyle Baker e Soundcrawl, hanno reso possibile la fruizione delle opere d'arte. E quando in ballo ci sono panorami sonori e installazioni che prevedono largo impiego di effetti sonori, la resa acustica assume un'importanza fondamentale... non seconda però all'estetica, a maggior ragione dato il contesto. Inoltre, visto che il festival presentava durante un tempo breve opere diverse in contesti diversi, vi era anche la necessità di allestire le installazioni rapidamente e senza intoppi.

 

 phoca thumb l Soundcrowl 3

 

La risposta non poteva che essere K-array e in particolare il sistema Redline KR200S, grazie all'incredibile qualità audio abbinata a un design molto discreto: due colonne alte due metri e larghe 5,7 cm, abbinate a un sub KL18ma, con un a potenza di 1.200W +1.200W, 101 dB SPL (97 dB SPL il sub) e una risposta in frequenza da 30 Hz a 19 kHz (variabile a seconda dei preset). L'installazione più impegnativa della manifestazione si trovava nella Sennheiser Room per le opere di Ethan Frederick Greene My Parent's Phone Number, e di Bin Lin Cloud I: Windmills I-45. In entrambi i casi, si è fatto ampio uso del sistema K-array, allestito per l'occasione in configurazione esafonica: sei sistemi KR200S collocati intorno alla sala per consentire agli artisti di “posizionare” i diversi effetti acustici nello spazio. Ma altre opere sono state “rappresentate” nel caveau di una vecchia banca presso il National Treasury Building, e in un’antica chiesa presbiteriana, uno degli edifici in mattoni più antichi di Nashville, per un forte effetto di contrasto tra ultra moderno e storico. 

 

 phoca thumb l Soundcrowl 1

 

"La logistica dell'evento richiedeva l'impiego di location multiple per le diverse installazioni, quindi il rapido montaggio, setup e smontaggio degli speaker era cruciale per la riuscita dell'evento. La portabilità del sistema Redline ha fatto la differenza, insieme alla qualità acustica e alle dimensioni compatte."

Christopher Spahr, Sennheiser

 

Produced by Kyle Baker, Joy Jenkins Baker & Hoke Doenges with Soundcrawl.

 

 phoca thumb l Soundcrowl 2