K-array in Corea, il suono al servizio della fede

 phoca thumb l img 3939

 

Forse non tutti sanno che il Cristianesimo nella Corea del Sud è piuttosto presente: il 26% della popolazione aderisce infatti al protestantesimo, per lo più di matrice evangelica. Facile immaginare che vi siano quindi molte chiese sul territorio, e specialmente nel maggior agglomerato urbano del Paese, la zona di Seoul... e ovviamente ognuna di esse ha le sue specifiche esigenze in tema di sound reinforcement.

 

Le due storie che vi racconteremo e che riguardano appunto due luoghi di culto di Seoul, ci provengono dal distributore locale di K-array, Soundus, che ringraziamo per averci fornito informazioni e immagini. In entrambi i casi anche il co-protagonista è lo stesso: Giwook Cha, manager della società di noleggio e installazione Soundenergy, che con Soundus ha collaborato per la progettazione delle due installazioni. Ma c'è anche un terzo soggetto che accomuna le due storie: parliamo naturalmente di K-array.

 

 phoca thumb l img 3951

 

La Chiesa metodista di Do-ha, che si trova ad Ansan-si – nella provincia di Gyeonggi-do, all’interno della Capital Area di Seoul - aveva infatti necessità di rinnovare il vecchio impianto di diffusione sonora per ottenere una maggiore efficienza e intelligibilità del rito religioso e delle altre attività per i fedeli. Vi era il desiderio di un sistema di piccole dimensioni e dal design accurato, ma allo stesso tempo potente e brillante, che potesse rendere il parlato con chiarezza. Infine, dal punto di vista tecnico, era necessario un sistema amplificato, per una semplificazione dell’installazione, e portatile, per andare incontro alle richieste del pastore, che pensava di potersene servire anche in altri contesti. Soundenergy ha saputo interpretare tutte queste necessità e ha proposto un sistema Blueline KB1, subito approvato: portatile, discreto, facilmente configurabile grazie ai preset già disponibili a bordo, con un suono chiaro e ricco sulle basse frequenze, sostenuto dal sub da 12”. Come Soundus ha riferito, il pastore è rimasto piacevolmente sorpreso dal design e dall'impatto estetico del KB1, piccolo e performante come non aveva inizialmente immaginato.

 

Necessità analoghe erano quelle della Chiesa di Noryangin, collocata nell’area denominata Bon-dong nel distretto di Dagiak-gu di Seoul, oltre a quella – più specifica –  di integrare perfettamente il sistema audio con l’ambiente: un edificio che ha un secolo di storia alle spalle. Anche il Pastore e la comunità di Noryangin desiderava un impianto dalle dimensioni molto discrete, dal design accurato, ma ovviamente di qualità e capace di una copertura totale e omogenea. Soundenergy ha proposto i Kobra KK102, veri e propri line array compatti da installazione capaci di riprodurre tutta la gamma sonora a partire da 100 Hz, preferiti ad altre soluzioni per lo chassis molto sottile e per la chiarezza e qualità dell’emissione. Il tutto, installato a tempo di record, solo un’ora e 20 minuti, come ci ha riferito con soddisfazione Soundus.

 

 phoca thumb l img 3952

 

Dalla Corea ci arriva infine una richiesta di ringraziamento per Sunbeom Kim di Soundus per il grande aiuto apportato nelle due installazioni.

 

Una soddisfazione doppia, quindi, per l'azienda toscana, i cui successi sembrano superare ancora ogni distanza geografica e culturale.