K-array amplifica le celebrazioni per il Giorno dell’Unità Tedesca a Shanghai

 phoca thumb l img 7491

 

Per quanto coloro che hanno lasciato il proprio Paese possano amare molto quello che li ha accolti e per quanto la permanenza possa essere lunga, tanto da portare a costruirsi una nuova esistenza, il più delle volte la terra dalla quale si proviene non viene dimenticata. Almeno non del tutto! Da qui il piacere di incontrare i connazionali che vivono anch’essi nella stessa città estera, o di partecipare a eventi legati alla cultura d’origine che portino con sé un po’ del profumo della propria casa.

 

 phoca thumb l img 7303 20copy

 

La comunità tedesca di Shanghai, su iniziativa del Consolato, in concomitanza con il 3 Ottobre, festeggia il Giorno dell’Unità, la ricorrenza nazionale in memoria del ricongiungimento della Germania dell’Est con quella dell’Ovest, avvenuto nel 1990 appunto in quel giorno. Quest’anno, le celebrazioni hanno avuto luogo nel giardino dell’Hotel Intercontinental Expo di Shanghai, organizzate con il supporto di molte aziende tedesche presenti in vario modo sul territorio; tra di esse, non poteva appunto mancare Sennheiser China, distributore del marchio K-array sul territorio. L’azienda ha quindi messo a disposizione per l’occasione un impianto di diffusione sonora del produttore italiano, che ha saputo rispondere al meglio a tutte le esigenze richieste dalla particolare situazione. Nello specifico, era necessario poter amplificare ugualmente bene sia il parlato che la musica, ma con un’accentuata direttività, dato che vi era una richiesta precisa di coprire con il suono soltanto la zona antistante al palco. Inoltre, era indispensabile che i diffusori fossero compatti e discreti, a fronte però di una sostenuta pressione sonora. Infatti, era stato sì previsto l’intervento di un’orchestra, ma il contesto non era certo quello di un allestimento di gusto rock and roll. Real Live, partner tecnico abituale di Sennheiser China in situazioni analoghe, ha così utilizzato due sistemi della serie Redline: un KR402 ai due lati del palco e un KR202 con funzione di delay. Si tratta, in entrambi i casi, di sistemi estremamente compatti, composti da due “teste” per le frequenze medio alte (diffusori a colonna che alloggiano una serie di altoparlanti con magnete al neodimio) e da un sub per quelle basse, capaci di una pressione sonora ragguardevole (138 dB il KR402 e 136 db il KR202, come valore massimo a 1 m), e di offrire qualità di ascolto della musica e intelligibilità del parlato. In una parola, erano esattamente ciò di cui vi era bisogno. Inoltre, l’installazione delle dotazioni tecniche per la serata è avvenuta in sole due ore, tempistiche favorite dalla semplicità di assemblaggio e taratura del sistema K-array, aspetto che ha ulteriormente facilitato le tempistiche di sound check e, più in generale, di tutta la gestione del ricevimento.

 

 phoca thumb l img 7556

 

Dopo il breve discorso del Console è stata quindi la volta della Rolf Becker Big Band: un’orchestra di 15 elementi con un repertorio variegato e coinvolgente con un sound ricercato, perfettamente riprodotto dai sistemi K-array, che ha allietato gli ospiti per il resto della serata… magari ispirando qualche pensiero e ricordo della Germania, a migliaia di kilometri di distanza.

 

 phoca thumb l img 7425