K-array con i notabili di Rostov per la ristrutturazione della Cattedrale

 meeting2

 

Il GDM (Global Distributor Meeting) di K-array non è solo il momento delle novità e degli annunci da parte dell’azienda, è anche un’occasione imperdibile per incontrare e parlare con distributori e rivenditori, giunti in Toscana da ogni parte del mondo. Durante lo scorso GDM di inizio ottobre abbiamo così conosciuto di persona Ekaterina Anonova, Responsabile di Pubblicità e PR per MixArt Distribution, rivenditore di K-array di Mosca.

 

L’incontro con il marchio italiano, ha raccontato Ekaterina, è avvenuto durante la fiera ProLight+Sound di Francoforte:

 

"K-array ci ha subito colpito per il design dei prodotti, per la qualità di emissione e potenza in rapporto agli ingombri davvero contenuti. I diffusori sono così piccoli che ci si domanda da dove arrivi il suono! È stato un colpo di fulmine, e oggi proponiamo K-array con soddisfazione ai nostri clienti, che usano il marchio per installazioni in ambienti esteticamente curati, o dove gli ingombri siano decisivi, ma dove anche la qualità sia fondamentale. Vediamo un futuro luminoso con K-array."

Ekaterina Anonova, Responsabile di Pubblicità e PR per MixArt Distribution

 

Una delle occasioni per utilizzare i sistemi del costruttore italiano è avvenuta un anno fa, per un’importante riunione di notabili: una grande referenza per il marchio, per MixArt e per il suo cliente, il sound designer Oleg Sherbakov. Il Consiglio dei Fondatori, che comprende ecclesiastici, alti funzionari della città di Rostov sul Don, dell’area metropolitana della città, imprenditori e notabili della zona, è avvenuto nella Cattedrale della Natività della Beata Vergine di Rostov: all’ordine del giorno, i lavori di ristrutturazione della cattedrale stessa, parte del patrimonio storico-artistico della regione. I circa quaranta presenti, seduti intorno a un tavolo a ferro di cavallo, hanno discusso e pianificato gli interventi sul monumento, progettato dal famoso architetto K.A. Ton nel 1860, che necessitava di importanti interventi strutturali e di risanamento delle opere artistiche. I lavori sono poi iniziati di lì a poco, nel novembre del 2012.

 

Due sistemi KR202 sono stati così utilizzati per amplificare le voci dei membri del Consiglio: disposti alle loro spalle, la qualità di emissione e direttività è stata fondamentale per arginare il riverbero dovuto agli ampi spazi della cattedrale; così, antiche tradizioni e tecnologie innovative si sono date incontro in un luogo di culto monumentale, come mai prima era stato fatto. Un altro sistema è invece stato installato in una balconata sopra la testa dei presenti: i due moduli KK102 del sistema sono stati orientati verso il basso, per un’ancora migliore copertura acustica dello spazio… brillante e rotonda come le cupole dorate della Cattedrale di Rostov.