K-array e Sennheiser supportano i musicisti pechinesi

 phoca thumb l esterno

 

Con i suoi 15 milioni di abitanti, un sorprendente mix di solenne antichità e modernità, di valori istituzionali e di spinta imprenditoriale, Pechino offre molte sorprese. Una delle più piacevoli è la scoperta del ristorante Ravioli Factory e del bar sottostante CD Blues, nel distretto di Chaoyang, dove accanto alle vestigia imperiali si trovano piacevolissimi locali dove la musica dal vivo è una consuetudine.

 

I due ambienti sono ben più che fratelli: sono situati al piano terra e al primo piano del medesimo palazzo, e sono gestiti entrambi dal musicista Zhang Ling e da sua moglie Xiaoxiao. E mentre al piano di sotto si avvicendano sul palco vari artisti (alle volte anche lo stesso Zhang Ling) in travolgenti jam session, al piano di sopra è la cucina italiana a farla da padrone, preparata a regola d’arte da un cuoco venuto direttamente dal Belpaese.

 phoca thumb l room001

 

Sono molti gli elementi che hanno determinato da parte del locale la scelta di una collaborazione con Sennheiser China. Oggi il CD Blues è divenuto una sorta di endorser per Sennheiser, in particolare per quanto riguarda le apparecchiature di K-array, di cui appunto l’azienda è distributrice sul territorio. Il CD Blues è infatti un locale dove si fa musica tutte le sere, dove il palco ha beneficiato moltissimo delle ridotte dimensioni dei diffusori K-array, così da limitare al minimo gli ingombri e lasciare spazio ai musicisti, senza contare che l’orecchio raffinato di un musicista, in veste di gestore, non avrebbe mai fatto sconti alla qualità della diffusione. Inutile precisare che anche nel ristorante al piano di sopra, decorato con simboli classici della cultura italiana dalle bottiglie di Chianti a una vera Vespa rossa fiammante appesa al soffitto, sono stati scelti con cura i diffusori, al fine di intrattenere gli ospiti con musica di sottofondo di qualità, ma senza disturbare l’armonia dell’ambiente.

 

Al piano di sotto è stato quindi installato un sistema KR402 ai due lati del palco, quasi invisibile grazie alla sua compattezza, ma molto presente in termini di potenza e qualità del suono; due KRM33 sono utilizzati come front-fill, appesi all’altezza del bordo frontale del palco. Come monitor per i musicisti sono stati posizionati invece quattro KF12. Verso il fondo della sala, profonda una quindicina di metri, si trovano inoltre sei Kobra KK50 sistemati ai lati e in fondo, per il surround. Dell’amplificazione se ne occupa un KA 10-10. Nel ristorante RF invece si trovano otto compatti Tornado tutto intorno alla sala, supportati da due subwoofer Piccolo Sub per le basse frequenze, il tutto gestito da un Piccolo Amplifier.

 

 phoca thumb l img 1013

 

"Siamo molto soddisfatti del risultato. I concerti riescono una meraviglia e anche il ristorante ha molto beneficiato della qualità e dell’elegante minimalismo dei nuovi diffusori. Pure i nostri amici musicisti si sono dimostrati contenti del nuovo impianto, così come i frequentatori del locale."

Xiaoxiao, manager

 

Sennheiser porta spesso qui i propri clienti e partner, per far ascoltare loro le virtù di K-array, offrendo al tempo stesso una gradevole serata, fatta di buona musica e ottimo cibo. Siete mai stati a Pechino? Prima di partire, procuratevi l’indirizzo del CD Blues.