K-array per il concerto di musica cristiana a Central Park NYC

 Luis Palau

 

Lo scorso 11 luglio nel cuore di Central Park si è svolto il New York City Fest, un’iniziativa ad ampio raggio finalizzata a sostenere le chiese evangeliche della città, diffondendo i buoni propositi di Gesù Cristo attraverso raduni regionali in collaborazione con il predicatore Luis Palau e altre decine di partner, tutti assieme per celebrare i risultati raggiunti con un concerto gratuito e prediche evangeliche.

 

Grazie alla combinazione di un clima eccezionale e la partecipazione di personalità di spicco della musica cristiana, è stato registrato il tutto esaurito al Great Lawn di Central Park. Pressanti sono state le richieste per avere un impianto audio adeguato, ai massimi livelli, per la perfetta riuscita dell’evento e per poter soddisfare il gran numero di partecipanti. La capienza del prato era stimata a circa 60.000 persone, oltre alle 20.000 previste intorno al perimetro dell’evento e un ulteriore pubblico virtuale presente a livello mondiale tra radio, televisioni e dirette streaming su internet.

 

L’azienda L&M Sound e Light è stata incaricata dagli organizzatori per soddisfare tali esigenze e la loro scelta è stata K-array.

 

Se all’inizio l’idea di usare un sistema che non avevano mai avuto l’opportunità di sentire e utilizzare faceva loro un po’ paura, gli ingegneri del suono e gli organizzatori dell’evento hanno dovuto subito ricredersi una volta ascoltati i primi suoni provenire dai diffusori della Serie Firenze di K-array. Subito si sono convinti della giusta decisione.

 

phoca thumb l 20150711  0238

 

"Ero scettico dato che non avevo mai visto un sistema configurato a quel modo. Con l’importanza della manifestazione e un pubblico globale, non avevamo margine di errore. Ma sono rimasto estremamente colpito dalla potenza, la copertura e la precisione del sistema. Mi sono sentito ispirato dalla trasparenza del PA, ritrovandomi durante il mixing a fare delle piccolissime modifiche e godere nel poter sentirle distintamente tutte!"

Ryan Lampa, ingegnere del suono per Toci Mac

 

Con un’estensione di 55 acri (22.6 ettari) era necessario un PA composto da 2 linee di ritardo oltre al sistema principale, per coprire acusticamente tutta l’area. L’arsenale K-array includeva un muro di dodici diffusori KH8 accoppiati con otto subwoofer KS8 per lato. Due diffusori KH3 combinati con due subwoofer KS5 per i side di monitoraggio sul palco. Quattro diffusori KH2 erano stati previsti per la parte frontale del palco, ma con l’efficientissimo digital steering e la copertura orizzontale di 120° del KH8, non sono stati necessari.

 

Sia gli artisti che gli ingegneri del suono sono rimasti stupiti dalla potenza dei KH5 nonostante le modeste dimensioni. La distribuzione del suono sul palco è risultata così uniforme e di alta qualità da permettere ad alcuni artisti di non utilizzare il monitor personale.

 

"Ci sono alcuni sistemi con i quali ti accorgi che farai un grande spettacolo già nel momento in cui inizi a calibrarli. Questo è uno di quelli."

(ibid.)

 

phoca thumb l 20150711  0262

 

Su ciascuna delle prime due torri di ritardo, è stato appeso un lungo array di 5 unità di KH7, della serie Firenze, abbinati a tre subwoofer KS5. I sistemi hanno dovuto resistere a due ore di pioggia battente, poi a un interminabile periodo di tipico caldo estivo newyorkese.

 

Le ultime torri erano allestite con quattro diffusori KH4 e otto subwoofer KS4 ciascuna. E stato rassicurante per avere conferma delle ottime prestazioni del sistema quando Luis Palau è salito sul palco e ha esordito:

 

"Potete sentirmi da laggiù dove neanche riesco a vedervi?!". La sua domanda è stata accolta con un boato di affermazione delle decine di migliaia di partecipanti dal fondo del pratone. Tutta quella gente che a malapena riusciva a intravedere la silhouette di Louis Palau sul palco, ma a cui il messaggio del predicatore in compenso è arrivato forte e chiaro.

 

L'evento segna uno dei più grandi eventi religiosi a New York nell’ultimo decennio, con un breve intervento del sindaco Bill de Blasio.