K-array al Museo presidenziale Boris Yeltsin

 phoca thumb l russian-museum-audio-system

 

Il Centro Presidenziale Boris Yeltsin è un’organizzazione socioculturale no-profit diretta a promuovere lo sviluppo dell’Istituto di Presidenza in Russia. Il Centro Presidenziale include un museo, centro espositivo e di discussione, una sezione della Biblioteca Presidenziale di Boris Yeltsin e prevede delle attività educative condotte da esperti.

 

Per la scenografia del museo e le relative risorse audiovisive, la Fondazione Boris Yeltsin ha chiesto aiuto a un team di specialisti, composto da designer, progettisti, organizzatori di eventi, produttori e installatori AV provenienti dalle aziende Ralph Appelbaum Associates, Acciona Producciones y Diseño, BGL Audiovisual e Persona Films. Con l’incarico di realizzare due delle esibizioni, il team ha fatto affidamento su K-array per fornire una performance audio discreta ma di alto livello, che perfezionasse l’esperienza degli utenti finali.

 

Il display Constitutional Crisis è un programma suddiviso in quattro parti e trasmesso in sequenza, con una studiata coordinazazione di luci, suoni ed effetti visivi. Una vera e propria esperienza multimediale, realizzata con filmati d’archivio, proiettati su molteplici superfici 3D, e notiziari riportati su televisori d’epoca. Quando i visitatori del museo entrano nella stanza, riprovano sulla propria pelle gli intensi eventi politici che si sussegguirono a Mosca nell’autunno del 1993, riguardanti il Presidente Boris Yeltsin e il parlamento russo. Insieme a una linea di piccoli KZ10 della serie Lyzard, sono stati utilizzati 3 proiettori, 10 schermi e si è ricostruito un intero set televisivo. I diffusori sono posizionati a destra dello scenario, mimetizzandosi fra i finti telai dei monitor. Per la precisione, sono stati installati 4 speaker con un piccolo subwoofer KU36 alimentato da 2 amplificatori KA1-1.

 

L’esibizione Current Consitution, invece, pone l'attenzione sui diritti e le libertà garantite dalla prima costituzione post-sovietica, attraverso un collage visivo e vocale in cui eminenti figure pubbliche leggono alcuni articoli estratti dalla Costituzione. I visitatori del museo possono osservare sessanta fra i più famosi leader politici, attori, musicisti e giornalisti russi inviare messaggi dinamici sui diritti fondamentali dell’uomo. Ognuno dei 9 monitor che compongono la serie è dotato di una Lyzard, 3 sottili subwoofer KU36 e 3 amlificatori KA1-1.

 

 boris-yeltsin-museum-sound-system

 

Per quanto riguarda il successo complessivo dell’installazione, Alvaro Diestro Cañete dichiara:

 

"Quando dignitari e politici importanti come il Presidente Putin fanno parte della lista degli ospiti, è davvero fondamentale sincerarsi che i clienti siano soddisfatti del progetto. La Fondazione Boris Yeltsin si è mostrata molto compiaciuta del risultato. Personalmente, mi è piaciuto l’effetto generale ottenuto con il mixaggio dei suoni. La voce, infatti, proviene dallo specifico diffusore posizionato sopra la persona che di volta in volta sta parlando "

Alvaro Diestro Cañete, Project Manager - Technical Development & Implementation presso Acciona Poducciones y Diseno

 

boris-yeltsin-museum-audio-system
boris-yeltsin-museum-k-array

 

Links:

Boris Yeltsin Presidential Center

Design: Ralph Appelbaum Associates

Fit-out: Acciona Producciones y Diseño

AV Integration: BGL Audiovisual

AV Productions: Persona Films