IT

IT (186)

k-array-boosts-fan-experience-at-lincoln-financial-field-stadium

 

I Philadelphia Eagles, militanti nella NFL, probabilmente non saranno in lizza per il Super Bowl nelle prossime settimane, tuttavia, per questa stagione, la squadra di football ha ancora molto da festeggiare. Lo stadio di casa degli Eagles, il Lincoln Financial Field, è stato recentemente sottoposto a un piano di ristrutturazione della durata di due anni, al fine di migliorare l’esperienza dei tifosi. Fra i servizi ottimizzati, nuovi megaschermi in HD, Wi-Fi e aumento dei posti a sedere.

 

Per raffinare alcuni di questi ammodernamenti, il Lincoln Financial Field è stato obbligato a fornire un audio di qualità superiore per gli esclusivi posti a sedere posizionati a bordo campo. In questa parte dello stadio, infatti, il suono proveniente dai lontani diffusori risultava di qualità scadente. Le file centrali avevano bisogno di maggiore spinta per raggiungere un livello di intelligibilità ottimale. Visto il poco spazio a disposizione per il montaggio di ulteriori speaker, solo K-array poteva fornire una soluzione appropriata.

 

Gli installatori di Diversified Systems hanno avuto modo di conoscere l’azienda italiana qualche anno fa, in occasione di una demo, e perciò hanno contattato immediatamente K-array America per scegliere un PA che soddisfacesse tutte le richieste dei clienti. Hanno dunque progettato insieme un sistema utilizzando lo speaker flessibile da due metri Anakonda KAN200+.


k-array-stadium

 

"Con il suo bassissimo profilo, Anakonda è anche modulare e riesce a sopravvivere ad installazioni esterne. Tali qualità rendono Anakonda lo speaker ideale per questo genere di applicazioni."

Jeff Dykhouse, supervisore del progetto e ingegnere del suono

 

k-array-at-lincoln-financial-field-stadium
anakonda-kan-200

 

Dykhouse, insieme a Pete O’Neil, direttore di AV Engineering, e al project manager TJ Beardsmore, ha montato 22 Anakonda lungo tutta la curvatura dello stadio che segue i posti a sedere. I diffusori sono pilotati da un amplificatore CXD di QSC che è collegato al sistema DSP più grande, quello dello stadio.

 

"I clienti sono contenti e siamo sicuri che i nostri sforzi aiuteranno i supporter a fare il tifo per la propria squadra, per una stagione all’insegna della vittoria."

(ibid.)

 

flexible-two-meter-speaker

 

all-day-music-festival-in-ecuador-with-k-array

 

Il Novasonic Music Festival si è svolto nel mese di ottobre 2016 al Parque Bicentenario di Quito, in Ecuador. Con una lineup di alto profilo che ha visto la presenza di artisti di fama internazionale (Magic!, Hoobastank, Los Fabulosos Cadillacs e Carla Morrison fra gli altri), il festival è stato organizzato su due palchi esterni separati, ognuno fiancheggiato da food truck e altre attrattive. Un pubblico di 10.000 persone ha preso parte all'evento, il primo di questo genere in Ecuador.

 

All’inizio il rider tecnico aveva specificamente richiesto impianti audio realizzati da un altro noto brand ma l’organizzatore dell’evento di CKC Concerts, avendo avuto un’esperienza di successo in passato con le soluzioni audio di K-array per altre applicazioni, ha voluto subito rivolgersi al produttore italiano.

 

Sonomatrix, distributore di K-array con sede nella capitale, è stato contattato per completare con i side fill il palco principale. Convinto del potenziale dei sistemi e del fatto che avrebbero soddisfatto le richieste dei performer in termini di affidabilità e potenza della sorgente sonora, il supervisore del progetto, Marcelo Arrobo di CKC, ha specificamente chiesto un cluster di moduli line array KH2 della Serie Mugello e un sistema KR802 della serie portatile Pinnacle. Sebbene le band si fossero inizialmente mostrate riluttanti perché legate ad altri sistemi audio, alla fine si sono ricredute grazie alle impressionanti specifiche tecniche degli impianti.

 

Il cluster di KH2 è stato appeso a 2,5 metri di altezza dal palco, dopodiché è stato applicato lo steering digitale al fascio sonoro per massimizzarne il potenziale e ottimizzare le risposte in frequenza. Per predire l’acustica sul palco è stato usato il software di simulazione EaseFocus, il quale ha emesso le informazioni necessarie per il calcolo dei filtri FIR. Il sistema portatile KR802 è stato appoggiato sopra i sub KS5 ed è stata utilizzata solo una KY102 per lato.

 

Sul secondo palco, riservato alle band e ai DJ locali, come side fill è stato scelto un sistema portatile KR402 della serie Pinnacle, che ha dimostrato di essere in grado di soddisfare ogni esigenza anche oltre le aspettative iniziali. L’equalizzazione del KR402 è avvenuta in loco secondo le richieste del fonico di palco.



festival-ecuador-k-array

 

"Sono alquanto soddisfatto del service e dei sistemi di K-array. I loro side fill sono stati fra gli aspetti di cui non ho dovuto preoccuparmi durante la fase di produzione."

Marcelo Arrobo di CKC, supervisore del progetto

 

djs-k-array
all-day-music-festival

 

"Anche i tecnici del suono sono stati felicissimi di lavorare con i sistemi di K-array. I fonici di palco sono rimasti sorpresi dall’alta fedeltà del suono ottenuto. Sono rimasti tutti colpiti dalla potenza dei sistemi paragonata alle loro dimensioni e portabilità (ci hanno visto arrivare con tutto il sistema Mugello a bordo di un solo pick-up!)."

Gabriel Lopez, cofondatore di Sonomatrix

 

 


german-brewery-in-singapore-gets-an-italian-touch-by-k-array

 

Quando ci si addentra nell’ultimo locale firmato Starker Fresh Beer, al numero 86 di East Coast Road, Singapore, la prima cosa che salta all’occhio e da cui si resta piacevolmente impressionati è l’elaborato design che contraddistingue i suoi interni. Lo scopo principale del bistrot è quello di rafforzare il nome del proprio autentico birrificio artigianale, retaggio della cultura tedesca, usufruendo del tradizionale design d’influenza europea associato al consumo della bevanda. Anche il nome del locale, Starker, che in tedesco significa più forte, pone l'accento sulla volontà dei proprietari di consolidare il proprio brand.

 

Dopo aver speso una grande quantità di denaro nella costruzione dello Starker Fresh Beer, i proprietari hanno voluto installarvi un sistema sonoro rappresentativo, in maniera autentica, del genere di locale ideato e delle funzioni da esso ricoperte. Rinomato per aver svolto delle ottime installazioni, oltre che per l’expertise del team, Luther Music PTE LTD ha ottenuto l'incarico di fornire un sistema che fosse facile da far funzionare e che contemporaneamente apparisse bello e suonasse bene.

 

german-brewery-k-array
quality-and-compact-size-speakers

 

Dovendo fare i conti con molte restrizioni riguardo al metodo di installazione e al posizionamento dello speaker, Luther Music ha progettato un sistema che non avrebbe previsto l'uso del trapano pur restando nascosto alla vista. Il team di installatori ha presentato una soluzione comprensiva di diffusori KT2 e di sub KU26 di K-array, approvata immediatamente per via del design elegante e delle performance dimostrate. 12 Tornado KT2 e 3 subwoofer ultra-sottili KU26 sono stati selezionati per la loro qualità e le dimensioni compatte.

 

"È stata scelta K-array semplicemente perché presenta il giusto mix di alta qualità sonora senza rappresentare un ostacolo visivo all'interno della scenografia del ristorante."

Luther Ong, presidente di Luther Music


kt2-and-ku26

 

Il cliente è restato sopreso di come gli speaker siano virtualmente invisibili ed è stato preso alla sprovvista quando ha udito i profondi bassi prodotti da un così piccolo e sottile subwoofer. In generale, i clienti sono rimasti molto soddisfatti ed estremamente impressionati dai prodotti:

 

"Grazie Luther per averci presentato un così bell’esempio di layout ben congegnato e per averci proposto il progetto di un sistema di qualità. Ragazzi, voi siete fantastici!"

Benedict Lim, Starker Fresh Beer


K-array-holiday-cheer-heart-hometown-

 

La stagione natalizia a Firenze, così come nelle altre città italiane, è intrisa di antiche tradizioni. Nei primi giorni del mese di dicembre, i negozianti cominciano ad addobbare le vetrine traendo ispirazione dal tema del Natale mentre il personale del comune di Firenze dispone il posizionamento delle tradizionali luci decorative lungo tutte le strade principali della città.

 

holiday-season-in-florence
anakonda-system

 

Tuttavia, l’attrazione principale del centro storico di Firenze è il grande albero di Natale allestito nella magnifica Piazza del Duomo. L’accensione dell’albero avviene in concomitanza con una cerimonia ufficiale pubblica che avviene anche con la partecipazione straordinaria del sindaco di Firenze. Lo spirito del Natale si accende e viene enfatizzato dal bellissimo presepe con le statue in terracotta toscana a grandezza naturale nella Cattedrale di Santa Maria del Fiore.

 

K-array ha preso attivamente parte alle celebrazioni, fornendo un sistema Anakonda che è stato nascosto fra i rami del grande albero di Natale. Tre cluster di 3 diffusori Anakonda sono stati appesi verticalmente e abbinati a un sub KU210 per diffondere la musica natalizia che allieta i passanti nell’affollata piazza.


L’installazione vuole essere un’occasione per K-array di augurare a tutti a Firenze e nel mondo, inclusi distributori, dealer e clienti, buone feste e un felice anno nuovo!

piazza-del-duomo

 


k-array-library-lions-new-york

Library Lions è l’evento annuale più importante della Biblioteca Pubblica di New York ed è una fra le serate più attese nel calendario culturale della città. All’evento di quest’anno hanno preso parte artisti e scrittori di rilievo, inclusi Harry Belafonte, Hilary Mantel, Javier Marías, Peggy Noonan e Colm Tóibín.

 

L'evento è stato allestito nella magnifica Rose Main Reading Room. La società di produzione L&M Sound & Light è stata incaricata di fornire un sistema audio per il Library Lions, in uno spazio decisamente problematico per quanto concerne l’acustica: la larghezza di 24 metri e la lunghezza di 90, 5 metri della sala, più un soffitto che si trova a più di 16 metri da terra, rendono l'area molto riverberante.

 

Per affrontare una sfida di questo tipo, il supervisore del progetto di L&M, Maciej Zielik, ha scelto un sistema composto da due impianti portatili KR202 posizionati di fonte al palco, accoppiati con due monitor da palco KF12, e 12 sistemi portatili KR102, 6 per ciascun lato della sala.

 

"Il posizionamento degli speaker è stato concepito di modo da focalizzare tutto il suono sugli ospiti seduti ai tavoli, senza alcuna dispersione ulteriore di energia all’interno della sala."

Maciej Zielik, L&M’s project supervisor

 

Abbiamo alzato i sistemi KR102 a circa un metro da terra e li abbiamo usati senza il palo per minimizzare la distanza di proiezione e limitare l’emissione di basse frequenze verso il pavimento. E l’angolazione di 10 gradi data agli altoparlanti Kobra, ossia le teste del sistema, hanno consentito a L&M di dirigere il suono esattamente dove serviva.

 

k-array
annual-event

 

"Non abbiamo ritardato ogni singolo speaker perché ognuno di essi fungeva da sistema sonoro per conto proprio, con una dispersione orizzontale e verticale fortemente definite. Potevi letteralmente saltare e sentire dove finiva il suono proiettato. Questo metodo ci ha permesso di creare un’esperienza sonora a forma di U per i 500 ospiti di questo grande salotto. Il suono era molto naturale e gli speaker sul podio sembravano quasi non amplificati anche se potevano essere sentiti allo stesso modo dentro lo spazio occupato dagli ospiti."

(ibid.)

 

L’orchestra ha suonato dalla balconata e la sua musica si è uniformimente diffusa lungo tutta la sala, rendendo l’acustica molto articolata e armoniosa all’orecchio. Il che non è passato inosservato al cliente. Durante l’evento, il cliente, David Beahm di David Beahm Experiences, ha affermato:

 

"È il miglior suono che si potesse ottenere in un'area così."

David Beahm of David Beahm Experiences

 

L&M Sound & Light ha anche fornito le luci per l’evento Library Lions e il designer Richard Tatum ne è stato il responsabile. Beham era così soddisfatto del lavoro del team che dopo l’evento ha esclamato:

 

"Straordinario! Il vostro team ha davvero fatto un’impresa che ha del fantastico!"

(ibid.)

 

 

new-york-library

 


taiga-beirut-state-of-the-art-k-array-sound-systems

 

Estate 2016: a Sodeco (Beirut) apre il Taiga Beirut. Conosciuto per offrire un mix unico di musica pop inglese e araba, oltre che performance individuali dal vivo degne di nota e una spettacolare lineup di DJ, il nightclub è stato allestito per intrattenere un pubblico che lo segue fin dai tempi dell’apertura del primo locale a Batroun nel 2000.

 

Il Taiga Beirut si è messo in trattativa con Prolites per equipaggiarsi dei sistemi audio, video e luci necessari alla messa a punto di impianti all’avanguardia. Per la parte sonora è stata selezionata K-array, nello specifico l’elemento line array super compatto KH2 della serie Concerti, utilizzando come PA principale due cluster con tre unità per lato, accompagnati da sei KX12, speaker coassiali da 12”, e due coppie di subwoofer KMT18 e KMT21.

 

line-array-elements
sound-systems
taiga-beirut-sound-system

 

I proprietari del Taiga hanno voluto focalizzarsi sulla qualità del suono nel locale, dato che è rinomato per le sue performance dal vivo. La decisione di scegliere K-array è arrivata a seguito di un test comparativo con dei sistemi di speaker convenzionali.

 

"La propensione verso K-array deriva da diversi fattori: il rapporto dimensioni/prestazioni, il design compatto e sottile, la chiarezza e potenza del suono prodotto."

Georges Germanos, Responsabile Tecnico di Prolites

 

taiga-beirut

 

Per quanto riguarda la parte video e le luci, Prolites ha anche installato un LED wall curvo controllato tramite software Madrix per la mappatura dei pixel, uno schermo LED da 24 m2 ad alta risoluzione, una testa mobile a LED CPX 91-MZ, dei proiettori a testa mobile CL-200B-E e degli stroboscopi, così come dei dimmer Philips Strand SD6 e delle console per il controllo delle luci Avolites Quartz.

 

Questo non è il primo partenariato tra Taiga e Prolites; i due hanno già collaborato per l'allestimento di diversi locali. Prolites è il distrubutore ufficiale di K-array per il Medio-Oriente insieme all’azienda Procom Middle East di Dubai.

 


kan200 anakonda tuscan design mudeto

 

A K-array è stato recentemente riservato un posto d’onore all’interno del prestigioso Museo del Design Toscano (MuDeTo) per l’innovatività del suo diffusore audio flessibile, Anakonda.

 

Seppure la Toscana sia più conosciuta per i suoi panorami collinari, le sue impressionanti sculture di marmo e le strabilianti opere d’architettura, la regione italiana è anche la dimora di rinomati designer di fama mondiale, le cui invenzioni sono riconosciute a livello globale, motivo per il quale il Museo del Design Toscano (MuDeTo) ha voluto celebrare i più importanti contributi dei designer toscani.

 

jumbo tram
lampada-pipipistrello-martinelli-luce
studio ddl joe

 

"Ho fondato il MuDeTo, che è il primo museo di design al mondo online, con lo scopo non solo di promuovere prodotti toscani già famosi e conosciuti ma anche e soprattutto, per mettere in luce eccellenze del territorio conosciute solo agli addetti ai lavori. E’ proprio quando scopriamo e facciamo conoscere a tutti gli operatori del mondo del design queste ultime che si ha la massima soddisfazione e tutto il progetto si arricchisce di contenuti inediti e originali."

Luigi Trenti, presidente e ideatore del MuDeTo

 

Il museo digitale ha identificato nel co-fondatore di K-array Alessandro Tatini un autentico designer toscano che è stato in grado di cambiare il volto all’audio professionale con il design flessibile dello speaker da due metri Anakonda KAN200, rendendolo il 25° prodotto selezionato dal museo. Ora lo speaker si trova in mezzo a prodotti come Pipistrello, lampada da tavolo progettata da Gae Aulenti per Martinelli Luce, il tram Jumbo, disegnato da Giovanni Klaus Koenig e Roberto Segoni per i trasporti pubblici di Milano e il divano Joe dello Studio DDL per Poltronova, tutti nomi che hanno fatto la storia dell’innovazione e della creazione di stampo toscano.

 

k-array-design excellence-anakonda

 

"K-Array rappresenta una realtà di assoluta eccellenza nel mondo degli speaker e la rivoluzionaria idea di Anakonda KAN200 merita a pieno titolo la sua presenza nella nostra collezione permanente."

(ibid.)

 

L’Anakonda KAN200 è anche stata premiata come Most Innovative Loudspeaker agli InAVation Award del 2014 e come Best of Show a InfoComm 2014.

 

"E’ una vera soddisfazione che il nostro marchio e i nostri prodotti siano stati affiancati ai grandi nomi del design e a famose aziende. Abbiamo posto il massimo impegno nell'R&D ed è gratificante vedere questi sforzi ripagati con riconoscimenti come quello del MuDeTo."

Alessandro Tatini, co-fondatore di K-array

 

installation at City Walk Dubai

 

Redwood Technologies, azienda specializzata in tecnologie per la casa e service audio video, ha scelto le soluzioni di K-array per un’elaborata installazione a City Walk, centro commerciale di Dubai pensato come uno spazio di vita urbana che è un mix unico di negozi innovativi e punti vendita gastronomici di alto livello.

 

Per una particolare installazione nel centro commerciale, ai clienti servivano degli speaker altamente performanti in grado di combinare un design sottile e compatto con un suono professionale. Per questo tipo di applicazione, K-array ha rappresentato la scelta perfetta, visto che l’estetica dei suoi diffusori va di pari passo con le loro prestazioni sonore.

 

professional sound display
sound performance

 

Simulando una foresta incantata, uno degli ingressi al centro commerciale è stato adornato con due file di alberi finti che danno il benvenuto a chi entra. Il cliente intendeva riprodurre il cinguettio degli uccelli e il soffio di una brezza autunnale senza compromettere la configurazione creativa.

 

Procom Middle East, distributore esclusivo per il Medio Oriente, ha fornito a Redwood 18 KT2 bianche. Le KT2 sono compatti diffusori da 2” montati a soffitto, sorgenti puntiformi che forniscono anche i parametri DSP per l’applicazione. Questi discretissimi mini speaker si mimetizzano alla perfezione con il design dell'installazione, fornendo un audio di alta qualità senza disturbarne l'estetica complessiva.

 

white kt2 tornado loudspeakers

 

"L’installazione di speaker a soffitto più convenzionali non era proprio possibile. Qualunque diffusore montato a superficie avrebbe rovinato la sensazione naturale dello spazio. Grazie alla conformazione discreta e compatta delle Tornado di K-array, siamo stati in grado di soddisfare e superare le aspettative dei clienti, fornendo loro una soluzione che suona anche benissimo!"

Nathan Williams, Direttore di Redwood Technologies

 

Non solo i clienti hanno mostrato soddisfazione. K-array è rimasta così impressionata dall’unicità dell’applicazione da aver premiato Procom come Progetto più Creativo del 2016 durante l’annuale GDM di ottobre.

 

"Questo progetto è rappresentativo dei valori della nostra azienda: pensare con creatività e usare tecnologie innovative per costruire un’esperienza audio unica nel suo genere. I miei complimenti a tutto il team!"

Alessandro Tatini, co-fondatore e presidente dell'R&D di K-array

 

k-array texas

 

C’è solo una cosa più importante del footbal in Texas ed è la grandezza del Lone Star State stesso. Non c’è dunque da soprendersi che la Midland Christian School, scuola superiore del Texas occidentale, alla ricerca di un sistema sonoro per le partite di football del venerdì sera, abbia voluto contare su un audio affidabile e potente. Basin Electric & Technology è stato contattato da MCS Booster Club per fornire un sistema che emettesse un suono chiaro e che riuscisse a sostenere un volume elevato. Il sistema audio avrebbe dovuto essere dinamico, full-range e in grado di coprire tutto lo stadio di football. La scelta è immediatamente ricaduta su K-array.

 

L’installatore ha scelto l’azienda italiana per il fatto che fornire un suono di qualità è sempre stato il suo obiettivo principale. E anche per i benefici addizionali che offre:

 

"Il fatto che possiamo ottenere un bel suono da un sistema K-array in una configurazione portatile unica nel suo genere, è un ulteriore plus. Ci aiuta nel calcolo dei tempi di setup e, in sostanza, ottimizza gli eventi su cui lavoriamo, a beneficio sia dei nostri clienti sia nostro. Adoriamo i sistemi KR402 per la loro capacità di produrre chiarezza anche a volume alto, sempre mantenendo l'headroom. I KR402, inoltre, sono in grado di proiettare il suono in modo incredibile anche sulla lunga distanza, sebbene si tratti di sistemi portatili."

Henry Greer di Basin Electric & Technology

 

football stadium
texas football games sound systems

 

Luogo dell'installazione è un piccolo stadio da football della scuola superiore che ospita grosso modo 3.000 fan. I quattro sistemi portatili KR402 sono stati installati nella zona nord e proiettati lungo tutto il campo da gioco e verso le zone di destra e sinistra dove gli spettatori assistono alla partita in piedi. Sono allineati in un’unica fila con i due sistemi più esterni rivolti agli spettatori e quelli centrali al campo.

 

I segnali ai sistemi KR402 sono forniti da un Midas M32R nella tribuna stampa e sono connessi a uno stage box Midas S32 in campo con gli output direttamente sugli speaker. I diffusori sono stati collegati utilizzando le connessioni AES/EBU presenti sul retro delle casse.

 

kr402 systems

 

Mark Threadgill del Booster Club ha più volte rimarcato quanto fosse impressionante la “pienezza” del suono offerta dal sistema:

 

"In confronto al sistema audio residente, uno è il giorno, l'altro la notte."

Mark Threadgill del Booster Club

 

Come supervisore del progetto, Greer vorrebbe ringraziare Midland Christian School per averlo fato sentire parte della storia dello sport texano e tutto il team di Basin Electric & Technology per il duro lavoro svolto, che ha portato il progetto al successo.

 

 

danish church k-array clear sound

 

Quando la Chiesa Kvaglund di Esbjerg, città portuale nel sud ovest della Danimarca, ha avuto bisogno aggiornare il sistema sonoro esistente, ha riposto tutta la propria fiducia sulle conoscenze del prete della congregazione, particolarmente portato per la musica.

 

Avendo avuto modo di ascoltare un sistema di K-array in funzione al campo biblico di Holmsbord quest’estate, il pastore Jakob Wilms Nielsen ha invitato il dealer di K-array, MAVT, per una demo di un sistema che fosse in grado di combattere contro la pessima acustica della cappella. La chiesa necessitava di un suono di buona qualità per ottenere suoni chiari per il parlato e suoni puliti per la musica.

 

kp52
kp102 paired with a kmt12 sub

 

Per i primi test all'interno del santuario, Jan Juul Hansen di MAVT ha portato con sé il diffusore audio KP102 della serie Python e un subwoofer da 12” KMT12. Mentre venivano dimostrate le capacità del sistema, Nielsen ha imbracciato una chitarra e ha iniziato a suonarla. Già dopo i primi riff, era più che convinto che la scelta effettuata fosse quella giusta.

 

"Si può anche sentire ogni singolo accordo! Non ho mai udito una tale chiarezza e un’acustica così naturale. Senza paragoni."

Jakob Wilms Nielsen, pastore della Chiesa

 

subwoofer inset in the wall

 

Dopo le entusiaste strimpellate del pastore, MAVT ha iniziato a lavorare alla progettazione, installazione e programmazione del sistema audio. Visto che la chiesa è divisa in due aree – la chiesa vera e propria più una piccola sala riunioni, separate da un divisorio rimovibile – sono stati installati due sistemi. Con attente tecniche di cablaggio che consentono di rendere invisibili i cavi, nella cappella sono stati installati due Python KP102 abbinati a un sub KMT12. Il sistema della sala riunioni consiste di due KP52, Python lunghi mezzo metro, e un subwoofer KKS50 inserito nel muro. Entrambi i sistemi sono pilotati da un amplificatore KA24 e sono programmati di modo da diventare un sistema unico quando il divisorio è rimosso e l’area ritorna open space. Il feedback del cliente è stato molto positivo e MAVT è fiero di questo successo:

 

"Hanno tutti le mani alzate; sono tutti così felici. È mia personale credenza che ognuno debba avere il diritto di poter ottenere un suono di qualità e K-array mi ha aiutato a fornirlo."

(ibid.)