phoca thumb l blue-room

 

The New York Edition è un hotel di lusso situato nel Distretto Flatiron, proprio nel cuore della città, a pochi passi da Madison Square Park. Fu costruito originariamente nel 1909 come sede centrale della Metropolitan Life Insurance Company. La sua storica Torre dell’Orologio di 41 piani, nella quale è inserito l'albergo, offre sbalorditivi panorami a 360° e rappresenta un iconico punto di riferimento nello skyline della città.

 

A Ernie Lake, comproprietario e direttore creativo di EL Media Group, è stato dato l’incarico di eseguire un'integrazione completa dei sistemi AV interni all’hotel con un sistema audio high-end con impedenza 8 ohm. L’impianto doveva essere implementato nel ristorante dell’hotel, nella Torre dell’Orologio e nel Lobby Bar, per la diffusione sia di bassa musica di sottofondo sia di musica dal vivo e dj set.

 

"Non c'era la necessità di fornire all'hotel un impianto di amplificazione da discoteca ma i clienti avrebbero voluto essere in grado di sfruttare un sistema potente, quando se ne fosse presentata l’occasione."

Ernie Lake, comproprietario e direttore creativo di EL Media Group

 

 phoca thumb l the-gold-bar

 

Dopo aver mostrato al cliente una dozzina di speaker, la scelta è ricaduta sui prodotti K-array, caratterizzati da design elegante, grande potenza e straordinaria dispersione.

 

"Ciò che ha colpito tutti, è che non c’è bisogno di spingere il sistema al massimo per farlo suonare come si deve."

(ibid.)

 

Situata al secondo piano dell’hotel e comprensiva di tre sale da pranzo tematiche, la Torre dell’Orologio è attrezzata con dodici diffusori KP52 da 50 cm e KP102 da 12 m, nascosti fra centinaia di fotografie messe in cornici dorate e appese alle pareti. Gli speaker a fascio variabile sono accompagnati da otto KMT12P, sub passivi da 12”, e sub self-powered KN10s.

 

 phoca thumb l lobby-bar-

 

Il Lobby Bar, spazioso locale privato con ampie vetrate prospicienti Madison Square Park, è stato munito di sei speaker KP52 e KP102 da 14 metri. Per non togliere nulla all’eleganza informale che caratterizza la stanza, le line array sono state discretamente installate sui muri e sono state accoppiate a otto KMT12P, sub passivi da 12 “, e a sub autoalimentati KN10S. Tutti gli elementi montati in entrambe le aree sono alimentati da amplificatori KA24 e KA84.

 

Per Lake, che ha progettato il sistema, lavorare con e per un sacco di diversi fornitori è sempre una sfida, specialmente quando si tratta di opere di grandi dimensioni e di alto profilo come questa:

 

"Ma se fornisci soluzioni di alta qualità come quelle di K-array, i clienti sono felici e il lavoro diventa più semplice."

(ibid.)

 

 phoca thumb l the-new-york-edition

 

 phoca thumb l vandal-ny

 

I fondatori di TAO Group, Marc Packer e Rich Wolf, insieme all’attuale proprietario e Chef Chris Santos, hanno aperto Vandal, un ristorante a due piani, comprensivo di bar e area lounge, dove sono messe in bella mostra le opere di artisti di strada di fama mondiale. Al contempo, il concept del locale è incentrato sulla cucina di pietanze ispirate allo street food proveniente da ogni angolo del globo, come Perù, Vietnam e Barcellona. Grazie alla collaborazione con Rockwell Group, pluripremiata azienda specializzata in design, il progetto vanta di 360 posti a sedere e punta a catturare lo spirito creativo nella sua forma più pura, lasciando un segno altamente distintivo sulla Bowery, tratto storico del quartiere di Manhattan a New York City.

 

Rockwell Group si è occupato della progettazione degli interni di Vandal, in collaborazione con Joseph Lodi, Angelo Poulos e John Campbell, co-proprietari e progettisti di sistemi presso Anthem Productions, che si sono dedicati agli impianti audio/video, alle luci e agli effetti. L’installazione è stata gestita interamente da Poulos e Campbell e ha richiesto due mesi per essere ultimata.

 

Anthem Productions è stata scelta sulla base dell'esperienza maturata negli anni e della sua capacità di riuscire a lavorare alla perfezione su ogni fronte. Ovviamente, l’avere a disposizione prodotti all’avanguardia ha ulteriormente consolidato il suo successo.

 phoca thumb l vandal-lounge-new-york

 

 

Un impianto audio eccezionale

 

L’impianto è composto da molte line di prodotti audio/video, dove spiccano gli speaker K-array. Nello specifico, sono stati selezionati gli elementi line array 3D KK102 e KK52, per la loro eccezionale copertura orizzontale (110°) e verticale (rispettivamente 35° e 60°).

 

"La qualità del suono prodotto da un profilo così sottile, poco più largo di 2”, è senza pari"

Joseph Lodi, titolare e progettista di sistemi, Anthem Productions

 

Per trasmettere le frequenze più basse, si utilizzano dei subwoofer KMT12, scelti per la loro compattezza e la capacità di risposta estesa all’intera gamma di frequenze. La KK52, diffusore lungo appena mezzo metro e montato a parete e a soffitto, è stata usata come fill per tutte le sale del locale, i bagni e i divanetti, di modo da equalizzare il sonoro in tutte le aree.

 

 phoca thumb l street-art-vandal

 

 

Versatile, adatto a ogni tipo di evento

 

Fra gli obiettivi di Vandal non c’era solo quello di ottenere un impianto audio che suonasse meravigliosamente a basso volume durante pranzi e cene. Il sistema doveva anche dare la possibilità di disporre di un’acustica più potente per gli eventi musicali della tarda serata. Inoltre, il proprietario voleva uno speaker discreto, che si mimetizzasse con l’ambiente circostante.

 

"Avevamo solo bisogno di un impianto audio che fosse in grado di gestire tutto, a qualsiasi ora del giorno e della notte, e che non assomigliasse alla solita cassa che di solito si vede in questo tipo di locali. Dal pranzo alla cena, dall’aperura delle danze fino a tarda notte, tutti questi obiettivi sono stati raggiunti."

(ibid.)

 

Anthem Productions ha scelto K-array per raggiungere questi due scopi, oltre che per molte altre caratteristiche intrinseche:

 

"Con il suo incredibile modello di dispersione ampio, il diffusore line array di K-array fornisce una copertura completa lungo tutto il campo d’ascolto. Il risultato finale è una stanza virtualmente senza zone morte. Chiaro, potente, raffinato e quasi invisibile, il Kobra ha svolto la sua funzione egregiamente."

(ibid.)

 

La tecnologia e il design che stanno dietro agli speaker funzionano assai bene e il team di Anthem è stato abilissimo nell’integrazione di tutti i componenti, ottenendo risultati perfetti. Dopo il tuning finale e il time alignment di tutte le postazioni degli speaker, sia i titolari sia lo staff di Anthem si sono dimostrati incredibilmente soddisfatti dei risultati.

 

 phoca thumb l img 9684

Centro equestre internazionale situato a Valkenswaard (Olanda), la Stal Tops International Arena è una tenuta privata che rappresenta la culla dell’ippica e del salto ostacoli a livello mondiale. Quest’anno, a seguito di investimenti multimilionari, le eccezionali strutture realizzate da Jan Tops, fondatore e presidente del Longines Global Champions Tour, hanno raggiunto gli standard più elevati.

Tra gli interventi che hanno guidato lo sviluppo del centro, è stata anche inclusa l’installazione di un impianto audio extra da parte di M-PRO BeNeLux, che, grazie ai prodotti marchiati K-array, ha trovato una soluzione completa in grado di rispondere a esigenze tecniche ed estetiche.

Il sound designer Mario Clabots ha scelto i nostri KX12 come componenti principali del sistema per le loro dimensioni ridotte, la copertura ampia e gli alti livelli di potenza garantiti. I prodotti sono stati installati in tutto lo stadio e negli uffici, nei ristoranti e nell’area VIP, per la diffusione di musica di sottofondo e annunci.

 phoca thumb l 913a5564

 

Per comporre l’acustica della Tribuna Sud, lunga 80 metri, venti KX12 (elementi passivi line-array coassiali da 12”) sono stati affiancati a due subwoofer KMT21 e alimentati da tre amplificatori KA84. L’impianto audio della Tribuna Nord, lunga 60 metri, è composto da sedici KX12 abbinati a due sub KMT21 alimentati da due amplificatori KA84. Sui pali della luce esterni della Grass Arena, della Sand Arena e dei campi d’addestramento sono stati installati un totale di trentuno speaker KP52.

L’area VIP è stata attrezzata con quattro impianti stereo KR202 e quattro sub KMT21 mentre, nascosti fra i telai delle finestre della zona VIP del ristorante, sono stati inseriti venti speaker KV50, cinque subwoofer KU36 e sedici KT2C in coppia con altri sei KU36 immessi nel soffitto.

 

 stal top

 

Fin dalla sua implementazione, avvenuta nel mese di agosto, questo onnicomprensivo impianto audio ha ricevuto parecchi encomi.

 

Curioso aneddoto: durante la fase di collaudo dei microfoni, davanti alle finestre dell’area VIP passava un tagliaerba. Tutti coloro che erano presenti all’interno di quest’area hanno interrotto immediatamente ciò che stavano facendo, sorpresi di poter udire il tagliaerbe in maniera così chiara e naturale, come se le imposte fossero aperte. Tutto questo grazie ai Vyper nascosti fra i telai degli infissi.

Il sistema ha messo in risalto i suoi pregi di fronte all’audience anche in occasione della cerimonia d’inaugurazione del Longines Global Champions Tour, durante la performance della cantante d’opera di soli 9 anni d’età Amira Willighagen.

 

"È stato incredibile! La musica ha riempito l’arena e ho sentito direttamente sulla mia pelle tutta l’energia sprigionata dagli artisti durante le loro performance."

Francesca Cumani, fantina amatoriale, giornalista sportiva e voce dell’ippica per la CNN

 

 phoca thumb l 913a5564

 

La Cattedrale di San Patrizio, emblema nazionale e della città di New York da più di 130 anni, si trova al centro di Manhattan ed è la chiesa più visitata degli Stati Uniti. Essendo il principale luogo di culto della città e una fonte d’ispirazione per architetti, ogni anno la Cattedrale accoglie più di cinque milioni e mezzo di visitatori.

 

Ultimamente, la Cattedrale di San Patrizio è stata sottoposta a una massiccia ristrutturazione, conclusasi nel dicembre del 2015 dopo diversi anni di lavori. Gli interventi di restaurazione sono stati eseguiti sia all’interno sia all’esterno, e hanno riguardato, ad esempio, la galleria dell’organo, le sedute, le vetrate, le murature in pietra, le nicchie dell’altare e l’intonaco del soffitto. Simultaneamente ai rifacimenti della struttura, è stato anche rinnovato l’impianto audio.

 

 phoca thumb l 913a5565

 

Alla chiesa serviva un sistema che desse nell'occhio il meno possibilecaratterizzato da un’intellegibilità elevata (l’ambiente, infatti, è molto riverberante). Ben Bausher, Senior Consultant di JaffeHolden, è stato ingaggiato come consulente per la progettazione dell’impianto e ha subito scelto K-array.

Ovunque nella Cattedrale, sono stati installati 54 KK102, elementi line array di colore bianco alimentati da 31 KA10, amplificatori di potenza di classe D. Gli speaker amplificano le voci provenienti dall’altare e l’eventuale musica d’accompagnamento.

 

 phoca thumb l unnamed h

 

"Il Kobra è stato scelto perché non dà nell’occhio e per altri validi motivi, tra cui lo straordinario rapporto prestazioni/dimensioni e gli hardware di montaggio. I KK102 si sono adattati perfettamente alla larghezza delle scalanature presenti nelle colonne, con un effetto finale complessivo assolutamente naturale"

Ben Bausher, Senior Consultant di JaffeHolden

 

Nonostante la relativa semplicità di montaggio dell’impianto, JaffeHolden e il team di installatori di Masque Sound hanno dovuto affrontare la grande sfida di riuscire a implementare i sistemi senza interferire con le normali attività turistiche e con le molteplici funzioni religiose della Cattedrale, lavorando dalle 22 alle 6.

 

 phoca thumb l 20150909 152730

 

Il più grande edificio di Lisbona (Portogallo) che può ospitare eventi culturali e conferenze di un certo rilievo è il Centro Cultural de Belém. Il CCB venne inizialmente costruito per essere la sede della presidenza portoghese della CEE, ora Unione Europea. Le sue sale riunioni ad alta sicurezza vennero utilizzate per ospitare convegni e congressi tenuti da enti politici e istituti di ricerca. L’ampiezza delle sale esposizioni ha poi permesso di ospitare mostre e rappresentazioni artistiche di vario genere, come opere, balletti e concerti sinfonici.

 

A giugno 2015, a 23 anni dall’inaugurazione del Centro, nelle tre sale conferenze principali, è stato necessario rinnovare l’impianto audiovisivo. I nuovi sistemi installati avrebbero dovuto produrre un suono di buona qualità, con copertura uniforme, e integrarsi bene con lo spazio circostante. La soluzione avrebbe dovuto rappresentare un ottimo compromesso fra le esigenze di chi, in un futuro, nelle sale, avrebbe dovuto tenere un discorso e le necessità di coloro che vi avrebbe suonato musica dal vivo.

 

 phoca thumb l 20150909 152632

 

A seguito di uno studio approfondito del reparto tecnico del CCB, basato su dei test condotti in loco con attrezzature di diversi marchi e valutando varie soluzioni offerte dal mercato, la scelta è ricaduta sul sistema che forniva le migliori prestazioni e allo stesso tempo si integrava perfettamente con lo stile architettonico delle sale: un sistema K-array composto da speaker line array, amplificatori e processori.

In ognuna delle tre sale, precisamente la Sala Luis de Fritas Branco, la Sala Almada Negreiros e la Sala Sophia de Mello Breyne, è stato installato un impianto costituito da quattro KK102, due sub da 12” KMT12 e due amplificatori KA24.

 phoca thumb l 20150909 151705

"Abbiamo deciso di utilizzare gli impianti K-array per gli incredibili risultati raggiunti durante i test in loco. La scelta era ovvia, date le ottime performance e il modo discreto con cui il sistema si è integrato allo stile architettonico delle sale."

Jorge Da Fonsenca, Sound Designer di SeeSound.


 Sekkefabrikken

 

Per svariati anni dalla sua apertura, nel 1892, la Christiania Portland Cementfabrik è stata l’unica fabbrica di cemento della Norvegia, appoggiata dalla Sekkefabrikken, designata alla realizzazione di sacchi per il contenimento del cemento. Una volta che la fabbrica di cemento ha chiuso i battenti nel 1989, dopo oltre 100 anni di attività, la Sekkefabrikken si è tramutata in teatro e sala concerti a servizio della comunità.

 

Nel 2012 è stato acquistato il primo sistema K-array, un KR402, che ha contrassegnato gli eventi svoltisi nei due anni successivi, fornendo ottimi risultati. In seguito, i responsabili della Sekkefabrikken hanno deciso di rinnovare l’attrezzatura tecnica del palco principale, tramite un concorso per l’installazione indetto dalle autorità locali.

 

Sekkefabrikken_03

 

Dopo un periodo di approfondite considerazioni, contrassegnato anche dalla forte concorrenza con marchi rivali quali Meyer Sound, L-Acoustics, Nexo ed Electro Voice, la scelta finale è ricaduta sui nuovi KH2 e KS5, facenti parte della Serie Concerti e Grandi Eventi di K-array.

 

Grazie al nuovo software FIRmaker e ai filtri FIR nel DSP interno, il sistema è in grado di garantire una copertura eccezionale, azione impossibile con un impianto line array tradizionale.

 

 sekkefabrikken 05

 

Nonostante la struttura sia caratterizzata da una conformazione davvero particolare, il suono risulta ben bilanciato e distribuito in maniera uniforme. Inoltre, la grande potenza del KS5 emette suoni a bassa frequenza su tutta l’area nella quale si trova il pubblico, che può accogliere fino a 850-1000 persone. Sono presenti anche due speaker KP102, installati su ogni parete del soppalco come side fill, sei metri di KAN200 come front fill e un totale di sei KF12 usati come monitor, tutti alimentati da amplificatori KA24 e KA84.

 

"Tre anni fa, appena arrivati i sistemi KR402, ci siamo subito innamorati della loro leggerezza e potenza. Questo è il motivo per cui, fra i marchi in competizione, abbiamo scelto un nuovo sistema firmato K-array. Il nuovo impianto ha davvero superato tutte le nostre aspettative, specialmente per la straordinaria copertura. Non potremmo essere più soddisfatti di così!"

Thorstein Horne, direttore amministrativo di Sekkefabrikken

 

 Russian Church Visit


Nell’ottobre del 2015, Cirillo I (Kirill in russo), patriarca di Mosca e tutte le Russie, arcivescovo ortodosso e capo della Chiesa ortodossa russa, è sbarcato in una città portuale a sud del Don per presenziare a due importantissimi eventi clericali.

Durante la visita, il patriarca ha presieduto una funzione mattutina nella Cattedrale di Starocherkasskaya e il giorno dopo ha inaugurato il restauro del Duomo di Novocherkassk, dove ha presieduto alle celebrazioni liturgiche per l’inizio del Quinto Congresso Internazionale dei Cosacchi. Per i preparativi di entrambi gli eventi, il nostro distributore MixArt ha progettato un impianto audio dislocando due sistemi K-array portatili.


Visit_of_Patriarch


L’acustica implementata nella Cattedrale di Starocherkasskaya consisteva di quattro KR102, scelta effettuata sulla base alla richiesta che l’intera installazione risultasse quasi invisibile agli occhi del clero, dei presenti e delle telecamere.

Per il Duomo di Novocherkassk, è stato progettato un altro tipo di impianto audio, in grado di rispondere a due diversi scopi. Il primo era quello di rafforzare i suoni e poterli gestire agevolmente durante l’inaugurazione e la cerimonia, accompagnate da due grandi cori e trasmesse in TV. Il secondo prevedeva le stesse funzionalità per il Congresso, che è avvenuto dopo la liturgia.


Visit_of_Patriarch

Per rendere al meglio le orazioni del Patriarca e i discorsi tenuti dai delegati del Quinto Congresso Internazionale dei Cosacchi nella cattedrale dopo la cerimonia, la scelta di MixArt è ricaduta su otto sistemi KR102. Per fornire al Patriarca e agli altri presidenti del Congresso la possibilità di monitorare gli audio, MixArt ha nuovamente scelto K-array, utilizzando un diffusore flessibile da 2 m, KAN200. Quattro KAN200 di colore bianco sono stati posizionati lungo il bordo del tavolo dei presidenti, nascosti fra decorazioni floreali.

Nel giorno della cerimonia e del congresso a Novochercassk, MixArt ha dislocato, verificato e adattato tutta l’attrezzatura acustica tramite due prove tecniche condotte in sole 6 ore. A proposito dell’esecuzione complessiva per la visita del patriarca Cirillo I, Vadim Scherbakov, direttore di MixArt, ha dichiarato:


“Questo progetto è stato davvero importante per noi. La visita del patriarca Cirillo I è stato un grande avvenimento, non solo per le regioni del sud, ma per l’intera nazione. Agli eventi hanno partecipato i gerarchi della Chiesa Ortodossa Russa, i membri dell’amministrazione regionale e federale, e tantissimi credenti. Fare del nostro meglio era fondamentale e con K-array siamo stati in grado di far esperire al grande pubblico tutta la bellezza e la solennità della celebrazione liturgica.”
 

 

photos courtesy of patriarchia.ru

 

 phoca thumb l img 8424

 

Lo Schmiedhof Alm di Zell am See è una fra le più grandi stazioni sciistiche dell’Austria. Si trova nel cuore delle Alpi, a 1720 m di altitudine. Per la prima volta in 46 anni di attività, è stata recentemente sottoposta a una serie di interventi di ristrutturazione.

 

Fiore all’occhiello dello Ski Lodge è la cucina austriaca, i cui piatti tradizionali possono essere serviti a oltre 300 persone, che possono godere contemporaneamente di musica dal vivo e di una vista mozzafiato sul lago Zell am See. I proprietari si sono dovuti occupare della ricostituzione del vecchio impianto audio, oltre che dell’edificio esistente.

 

Karl Wienand, Product Specialist di K-array presso Musik Lenz, ha progettato un sistema basato sull’idea di rispondere a ogni singola esigenza acustica, tra cui la distribuzione del suono all’interno della struttura, gli eventi di live music e altre richieste dei proprietari.

 

  phoca thumb l img 0522

 

Un totale di 6 zone a controllo separato sono state aggiornate utilizzando: quattro KK52 e un sub KMT18p per il bar principale, dieci KT2 in combinazione con cinque subwoofer KU36 per il ristorante, due KP52 e un sub KMT18p per l’outdoor e otto KT2 abbinati a quattro sub KU36 per la terrazza esterna. Tutti i sistemi sono pilotati da amplificatori KA24. L’impianto consente la riproduzione di audio provenienti da sorgenti di natura diverse, dagli mp3 di un lettore esterno alla musica dal vivo di band e artisti.

 

 phoca thumb l dsc 1732

 

Il cliente è rimasto parecchio contento della decisione di affidarsi a K-array:

 

"Siamo davvero soddisfatti. Con la combinazione dei vari sistemi K-array siamo in grado di riprodurre un suono ideale, né troppo invadente né troppo fiacco. La chiarezza del suono prodotto dall’impianto legittima le scelte effettuate e dà come la sensazione che ogni traccia sia suonata dal vivo".

Famiglia Mayr-Szummer, proprietaria dello Schmiedhof Alm

 

 

 phoca thumb l img 5404b

 

La fase classica del Gotico trova il suo coronamento nell'Arciabbazia di Pannonhalma (piccola città a 100 km da Budapest, Ungheria), che fu costruita all'inizio del XII secolo.

 

Tre anni fa, la Basilica è stata sottoposta a un restauro completo, nel quale era anche previsto l'aggiornamento del sistema audio tramite dei piccoli speaker distribuiti fra i banchi della chiesa e vicino agli impianti d'illuminazione, conformemente alle linee guida architettoniche. A causa delle grandi imperfezioni riscontrate nella qualità dell'installazione e vista la necessità di passare a un impianto di livello superiore, per il successivo restauro è stato chiesto un nuovo sistema acustico.

 

 phoca thumb l img 5400b

 

Audio Partner Ltd, distributore K-array, è stato invitato a mostrare un nuovo sistema in grado di fornire una copertura uniforme e un buon livello di STI lungo tutta la chiesa. Dopo aver condotto un test in loco, durante una messa serale, per assicurarsi che l'impianto K-array fosse adatto allo scopo, la soluzione finale è stata così definita: otto KZ12W, tre KV50 e un KK102 alimentati da due KA1-1 e da un amplificatore KA24.

 

Il KK102 è stato installato vicino alla colonna laterale dell'altare e inclinato verso il basso al livello della navata. Due dei KV50 sono stati allineati l'uno sopra l'altro e montati sulle colonne laterali del santuario, mentre l'altro è stato montato vicino alla fonte battesimale. Data la loro posizione di primo piano, e perché si abbinassero nel colore agli impianti di illuminazione, gli speaker, pilotati da un amplificatore KA24, sono stati racchiusi in una struttura in ottone traforato.

 

Lungo le pareti della navata laterale è avvenuto il montaggio degli KZ12W, che sono stati personalizzati perché i loro colori combaciassero con quelli delle pietre sulle quali appoggiano. I due amplificatori KA1-1 sono stati usati per pilotare gli speaker su 8 canali separati.

 

 phoca thumb l img 5397b

 

La catena di elaborazione dei segnali è composta da meccanismi per adattare le distanze relative fra pulpiti e speaker, e da un mixer automatico, controllabile manualmente grazie a un dispositivo override, che rende facile e personalizzabile l'utilizzo del sistema.

 

Grazie all'accurato design e alla possibilità di elaborazione dei segnali, gli STI, misurati quando la chiesa era vuota, assumevano un valore dello 0.55 nell'area principale e dello 0.5 nella navata laterale.

 

La copertura uniforme è stata subito evidente e molto apprezzata dall'Abbazia:


"Cambiare il sistema ha significato un miglioramento notevole in termini di chiarezza e intensità dei suoni. Inoltre, grazie ai dispositivi di controllo ed elaborazione dei segnali, siamo in grado di fornire copertura verso tutti i posti occupati, evitando zone morte anche nel caso in cui la chiesa fosse piena."

Referente Arciabbazia di Pannonhalma

 

 Teatro de la Habana in Cuba

 

Il Gran Teatro dell'Avana si trova nel Paseo del Prado, nel cuore pulsante della capitale. Nello specifico, è situato all'interno del palazzo del Centro Gallego, che venne costruito per ospitare in città le attività sociali degli immigrati galiziani. Il teatro ha aperto i battenti nel 1838 ed è attualmente la sede principale del Balletto Nazionale Cubano e del Festival Internazionale del Balletto dell'Avana.

 

Recentemente, il teatro ha subito un importante rinnovo dal punto di vista degli impianti audio e K-array è stata selezionata dall'installatore/distributore All Trading Worldwide per rifornirsi delle attrezzature necessarie. Con l'utilizzo di innovativi software di simulazione, è stato progettato un sistema con una resa potente e una copertura più uniforme, assicurando il più basso impatto visivo possibile.

 

Teatro de la Habana in Cuba

 

L'impianto fornito da K-array è costituito da otto KP102 e da un KP52 di 50 cm, disposti su entrambi i lati dell'apertura del palcoscenico e utilizzati come sistema principale. Questi array medio-alti sono supportati su ogni lato da quattro subwoofer KMT18P. Il line array assicura una copertura verticale stretta, che produce suoni chiari sia vicino sia lontano dall'array. Il risultato è un impianto audio che non infastidisce il pubblico in prima fila e che resta altamente intellegibile fino all'ultima.

 

Sotto ogni galleria, sono stati collegati e implementati tre KAN200, con lo scopo di potenziare la copertura verso i posti a sedere più vicini al palco, non in linea con il sistema principale. Per lo stesso motivo, per la galleria superiore, sono state installati due KP52, supportati da un subwoofer KMT12P. Infine, come front fill, sono state montate sei KAN200+ pilotate da un KA84.

 

Teatro de la Habana in Cuba

 

L'installazione dell'impianto è stata eseguita in una maniera talmente accurata e precisa da consentire all'All Trading Worldwide di ricevere il premio di Best Theater Installation, un riconoscimento che ogni anno K-array assegna ai suoi migliori distributori.