K-array in Oslo

 dnb 1

 

DNB, la più importante banca norvegese, ha voluto fare un importante passo trasferendosi a Barcode, il nuovo quartiere di grattacieli nella zona di Bjørvika, da dove si gode una stupenda vista sul fiordo di Oslo e sulla nuova Opera House. Il ristorante nell’attico, al 16° piano, ha richiesto un’attenzione particolare ai dettagli nel caso dell’installazione del sistema sonoro multizona, al top di gamma, nell’area VIP. Una vera sfida per l’integratore di sistemi Atea, che ha deciso di installare i sistemi K-array, compatti e sottilissimi: i diffusori hanno saputo accordarsi in maniera elegante al moderno design del locale.

 

"Gli elementi importanti di discussione sono stati la possibilità di dipingere i diffusori con colori personalizzati e ovviamente il design compatto, ma la cosa che ha sorpreso maggiormente il cliente è stato non tanto come gli speaker appaiono, ma come suonano."

Freddy Johansen, Project Manager, Atea

 

 

Il progetto

 

dnb 5

Visione d'insieme dell'installazione nel ristorante

dnb 2

Lo skyline con il KP102 e il K-WALL2

 

La sfida, in questo progetto, era quella di inserire correttamente il suono all’interno di uno spazio con soffitti relativamente alti e di integrare armoniosamente i diffusori nel design del ristorante. Il project manager Freddy Johansen non ha dovuto faticare molto per convincere il cliente che altoparlanti dotati di Slim Array Technology” (S.A.T.) sarebbero stati la soluzione perfetta.

 

"Siamo molto soddisfatti dei risultati. Riguardo a integrazione e performance, K-array e First Audio hanno superato ogni nostra aspettativa. Abbiamo ottenuto un paesaggio sonoro straordinario, con un impatto visivo minimo."

(ibid.)

 

dnb 9

Area Lounge con il KMT12 e il KP102 personalizzati

dnb 4

Il KP52 installato con il K-WALL2

 

Grazie all’installazione di diversi KMT21, KMT12, KP102 e KP52, tutti con colorazione RAL in accordo con le tonalità del ristorante, è stato raggiunto un risultato notevole, quasi impossibile se si pensa che è stato ottenuto con pochi diffusori, per di più così piccoli.

 

Nel ristorante durante il giorno si può ascoltare una gradevole musica di sottofondo, ma tutto è già pronto anche per ospitare al meglio gruppi e musica live durante le serate. E senza compromettere il concept architettonico del ristorante.