Una nuova frontiera audio per il “Super Bowl” dello sci

austria 1

 

La discesa di Hahnenkamm e le gare di Slalom, nel leggendario comprensorio sciistico di Kitzbühel, hanno compiuto 75 anni. Considerate come il Super Bowl delle gare di sci, non esiste gara più veloce, più spettacolare, più prestigiosa della famosa Streif di Kitzbühel, dove gli sciatori competono a 140 Km orari da un’altitudine di 1.665 metri, in uno dei percorsi più difficili al mondo.

 

Come anche il Ganslernhang, famoso per i suoi “muri” difficili e ripidissimi… un vero sogno per i patiti dello sci. Oltre 22.000 appassionati, fra cui parecchie celebrità, si sono riuniti per vedere le gare: gli sciatori, gladiatori dei tempi moderni, si cimentano con le più impegnative discese del mondo, dove alcuni trionfano e altri cadono.

 

"Il sistema si è dimostrato perfettamente affidabile anche nel mezzo delle bufere di neve. Grazie alle possibilità di steering della nuova Serie Firenze possiamo mantenere il sistema fuori dalla vista delle persone, riuscendo al contempo ad avere più spazio a disposizione dei fan. Ci sono piaciuti moltissimo i KH15 utilizzati come side fill, hanno supportato la Firenze dandole ‘quell’elemento in più’ che non avevamo mai ascoltato prima di questo evento."

Stefan di Murdock

 

Gli organizzatori dello Skiclub Kitzbühel da tempo collaborano con la rental company locale Murdock Event & Media, la quale ha organizzato un importante team di produzione per questi eventi, non risparmiandosi né in termini di risorse che nel coinvolgimento. Per questa difficile sfida sulle piste da slalom in mezzo alla neve ha scelto K-array, per diffondere sia la musica che il parlato, come annunci e simili. Il sistema scelto ha dimostrato un’affidabilità senza pari anche nelle condizioni atmosferiche più estreme, come già accaduto in altri importanti eventi sciistici, ad esempio in occasione dei Campionati del Mondo di Sci Nordico in Val di Fiemme nel 2013.

 

austrai9
austrai4

 

Da quando K-array ha lanciato la Firenze Series nello scorso ottobre, i tecnici audio hanno cercato tutte le occasioni per mettere alla prova il nuovo sistema, e davvero non avrebbero potuto scegliere una sfida più estrema di quella delle piste da sci. Infatti, si sono cimentati con temperature sotto zero, moltissima neve e una situazione di montaggio e trasporto non agevole.

 

Il team di Murdock Event & Media ha una lunga e speciale esperienza nello scegliere le soluzioni migliori: si sono rivolti alla Firenze Series con la volontà sia di ottenere un suono ancora migliore, sia di avere più spazio a disposizione per gli spettatori, utilizzando il sistema in condizioni climatiche molto difficili. Il pezzo forte del sound reinforcement di quest’anno è stata la Firenze Series, il line array per applicazioni touring, con i KH8 e i potenti sub KS8. Il team ha utilizzato, in appendimento, sei KH8 e tre KS8, oltre a quattro KH15 come side fill.

 

Uno dei vantaggi offerti dalla Firenze Series è la possibilità di utilizzare il software di calibrazione e lo steering acustico digitale; questi strumenti hanno permesso al team tecnico di Kaus Hauserr (responsabile in K-array del settore live) di calcolare digitalmente le impostazioni e configurare i diffusori utilizzando il software FIRmaker, capace di calibrare i filtri FIR a bordo degli apparecchi e dirigere così il suono al meglio in questa difficile location.

 

"Siamo davvero soddisfatti del risultato, gli spettatori hanno potuto sentire perfettamente su tutto il percorso."

Skiclub Kitzbuhel

 

Klaus Hausherr ha raccontato la sua esperienza sulle piste con la Firenze Series:

 

"Il ritrovo era alle 7,30, e i sistemi erano già in quota e pronti per l’uso alle 11.00. Durante il setup mi sono dedicato a ottenere le misure esatte della location, distanze e situazione ambientale con un metro laser professionale. Infine, grazie al software Armonìa è possibile definire i preset, in modo da ottenere un controllo completo, e monitorare il sistema. 600 Kg e solo sei diffusori per portare il suono in modo chiaro e intelligibile fino a 200 m di distanza: si tratta proprio di una nuova frontiera."

Klaus Hausherr, Responsabile settore live per K-array

 

austrai8

 

Uno degli elementi che il team ha dovuto affrontare con il sistema è stata la condizione estrema del tempo atmosferico. La Firenze Series ha resistito, durante sei giorni, un clima moto avverso, compreso forti venti, gelate e nevicate imponenti; nonostante questo ha fornito la potente diffusione sonora richiesta dal contesto, con un SPL che nell’evento non si era mai sentito… un sorprendente riconoscimento per le ultimissime innovazioni del costruttore italiano.